Marie Claude, se la cronaca si fa «noir»

«È stato un lavoro molto impegnativo e faticoso, perchè riprendere in mano un lavoro di repertorio e rivederlo seguendo i criteri proposti dal manifesto del nostro Teatro, non è stato di certo una passeggiata». Stefano Fiorentino, che al fianco di Santino Preti dirige quasi da due stagioni il Teatro Studio Frigia Cinque, con la sua compagnia Quinte di Carta ripropone sotto una luce teatralmente innovativa la commedia noir «Chi ha ucciso Marie Claude?» oggi, per l’ultimo giorno, sulla scena della sala off di zona Precotto. Scritto da un giovane autore franco canadese, il testo prende spunto da un fatto di cronaca per poi sviluppare i complicati e delicati rapporti che legano i tre personaggi. «Partendo, infatti, - spiega Fiorentino, che oltre ad essersi occupato della drammaturgia, dirige sulla scena Santino Preti, Mariangela Martino e Stefano Tassi - dall'omicidio di Marie Claude Legaré come fatti di cronaca, tre personaggi legati indirettamente a questa donna vengono in contatto tra di loro».
Lucie Champagne, una giovane attrice che supererà il provino che la porterà ad interpretare il film sull'assassinio di Marie Claude, si innamorerà di David, un investigatore della polizia criminale. Il vicino di casa di Lucie, Francois, confesserà di essere stato sottoposto alla macchina della verità proprio perchè fu lui a ritrovare il corpo dell'amica Marie Claude. «Nonostante sia uno spettacolo di repertorio - continua il regista - questa è l'occasione per fare respirare allo spettacolo un'aria più fresca; la regia è cambiata e anche la maturità artistica e professionale degli attori ha rinnovato decisamente il lavoro. Sempre lontano dal teatro accademico e classico, abbiamo offerto al thriller noir un taglio decisamente cinematografico». Un tavolino, due sedie, un lenzuolo: questi sono gli elementi di una scenografia essenziale, minimalista, ma che attraverso i differenti comportamenti degli attori, danno forma a sei differenti luoghi.
Forte di una indiscutibile preparazione, supportata da un continuo aggiornamento, la compagnia del Teatro Studio Frigia Cinque continua a stupire il pubblico per le forti emozioni che, dalla scena, riescono a trasmettere allo spettatore: «Siamo soliti a piangere dal vivo, a ridere, a commuoverci veramente: la nostra non è finzione e proprio per questo il nostro stile di recitazione è molto apprezzato».
Chi ha ucciso Marie Claude?
Teatro Studio Frigia Cinque
MM Precotto
ore 16.15 (prenotazioni 02 719096 o 348 2903851)