Marijuana in giardino Forse è stata uccisa per averla scoperta

Si fa sempre più serrata la caccia al quarto uomo per il quale la Procura di Perugia ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere. Per gli inquirenti è uno degli «amici» di Amanda Knox, e la ragazza deve temerlo abbastanza da non averne voluto fare il nome, limitandosi a tirare in ballo Patrick Lumumba. Probabilmente, l'africano tossicodipendente che gli inquirenti hanno individuato come presente sulla scena del delitto dalle molte tracce lasciate in casa e vicino al cadavere, potrebbe essere un amante e «socio» di FoxyKnoxy in qualche affare non troppo limpido. Un affare, forse legato agli stupefacenti (nell'orto della casa sono state ritrovate piantine di marijuana) che Meredith avrebbe scoperto. Un motivo di attrito in più tra l’americana e Mez, che già non sembrava gradire il via-vai di conoscenti di Amanda nell'abitazione di via della Pergola, come aveva confidato alle amiche inglesi. Il quarto uomo, un ivoriano, potrebbe così aver organizzato una «azione» contro la studentessa londinese, coinvolgendo almeno Amanda nella realizzazione. Una punizione pianificata in quel giorno approfittando del fatto che per il ponte di Ognissanti gli altri occupanti della casa erano fuori, e pensata solo per spaventarla. Ma poi degenerata in un tentativo di violenza sessuale e finita in tragedia.