Marina Berlusconi settima manager al mondo

La presidente di Fininvest è l’unica italiana tra le 10 donne più influenti fuori dagli Usa

da Milano

Marina Berlusconi si conferma settima donna manager più potente al mondo, Stati Uniti esclusi. Lo afferma la rivista Fortune, nella sua tradizionale classifica sulle donne d’affari. La presidente di Fininvest, unica italiana in classifica, compare nella prestigiosa top ten per il settimo anno consecutivo, mantenendo la settima posizione già occupata nel 2006.
«A differenza di suo padre, Silvio Berlusconi, la quarantunenne Marina non ha alcun desiderio di intromettersi in politica e mantiene un profilo basso», sottolinea la rivista statunitense nella pagina dedicata alla donna che «senza troppo clamore presiede la holding di famiglia da 12 miliardi di dollari che opera nei media. «Quest’anno - si legge ancora - ha aggiunto una quota di Mediobanca, la più potente banca d’investimento italiana, a un portafoglio che già include la più importante emittente televisiva commerciale italiana, la principale casa editrice e la popolare squadra di calcio del Milan».
Al primo posto della classifica «50 Global Leaders» del 2007 stilata da Fortune c’è Cynthia Carroll, amministratore delegato della britannica Anglo American, la più grande società di estrazione mineraria a livello internazionale.
Non più di un mese fa, peraltro, un’altra rivista americana, Forbes, aveva indicato Marina Berlusconi tra le 100 donne più potenti del mondo, sottolineandone in particolare la costante ascesa nella hit parade del «potere rosa»: dalla prima apparizione nel 2005 in 74esima posizione, alla 42ª del 2006 fino alla 33ª posizione conquistata nel 2007, davanti - per esempio - a personalità quali Laura Bush, Ana Patrica Botin, Rania di Giordania e vicino a Hilary Clinton (25ª). Un’escalation che ne fa la prima italiana nella classifica delle donne più influenti a livello internazionale, secondo Forbes. Se poi si valutano solo le donne attive nel business - escludendo le esponenti della politica e le regine - la presidente di Fininvest è la quarta donna europea più potente al mondo.
Marina Berlusconi è entrata in azienda giovanissima e si è sempre interessata di gestione aziendale e dello sviluppo delle strategie economico-finanziarie del gruppo. Dall’ottobre 2005 è presidente di Fininvest e dal febbraio 2003 della Arnoldo Mondadori. Siede nei consigli di amministrazione di Mediaset e di Mediolanum.