Marina Fiera «rivede» le barche

Giorni decisivi, questi, per risolvere la questione dell’utilizzo della Marina Fiera di Genova: come è stato garantito nella recente riunione in prefettura cui hanno preso parte tutti i soggetti interessati - Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova, Fiera e Autorità portuale - si va verso il ricorso a una procedura d’urgenza che consenta di acquisire commesse alle imprese dell’area della nuova darsena. E i giorni sono veramente contati: lo chiariscono, nella lettera aperta che pubblichiamo su queste pagine, le stesse aziende, oggi a rischio di chiusura per la materiale impossibilità di stipulare contratti per la stagione estiva. Entro la fine di maggio, al massimo nei primi giorni di giugno, i clienti che hanno necessità di usufruire di spazi e servizi in zona devono poter contare su fornitori in grado di assumere impegni. I relativi contratti, poi, devono avere una decorrenza che non vada oltre la prima settimana di giugno, pena la «fuga» della clientela verso altri lidi. In questo senso, può risultare decisiva l’imminente riunione del Comitato portuale che dovrà ratificare l’assegnazione provvisoria degli spazi, in attesa di attribuire la gestione definitiva tramite le usuali procedure amministrative. Questa soluzione, fra l’altro, sarebbe in tutto e per tutto analoga a quella assunta nell’estate dello scorso anno che ha consentito alle imprese di salvaguardare l’operatività.