Marina La Rosa, dal «Gf» al «Circus» la gattina ricomincia da dov’era partita

La bella siciliana, lanciata dalla prima edizione del reality, torna da vip nello show di Barbara D’Urso su Canale 5

Paola Manciagli

da Milano

Dal primo all’ultimo reality. Si potrebbe raccontare così la carriera di Marina La Rosa, la famigerata «gatta morta» del primo Grande Fratello che il 17 settembre sarà tra i vip in gara al Circus, il reality condotto da Barbara D’Urso su Canale 5. Eppure un paio d’anni fa, quando le avevano proposto un’avventura simile, aveva rifiutato: «Non voglio essere “quella dei reality”», aveva detto. Qualcosa dev’essere cambiato per la bella ventinovenne siciliana. Di nuovo.
La prima rivoluzione nella sua vita risale a sei anni fa, quando, il 14 settembre del 2000, entrò nella «caaaasa», come la chiamava la conduttrice di allora Daria Bignardi. Col suo atteggiamento eternamente annoiato eppure accattivante, fece perdere la testa a «o’ guerriero» Pietro Taricone, scatenando la gelosia di Cristina Plevani (che poi vinse l’edizione) che la ribattezzò «gatta morta». Una donna che gioca sporco, che finge indifferenza ma in realtà vuole sedurre a tutti i costi per il gusto di farlo, che gli uomini amano ma che le donne, naturalmente, detestano. Soprannome felice perché Marina divenne un caso da talk show: «In amore, meglio gatta morta o combattente?». Venne eliminata il 23 novembre, dopo 70 giorni di permanenza. Ma in realtà aveva vinto la sua battaglia, la «gatta morta» era entrata nell’immaginario degli italiani.
Nel giro di pochi mesi iniziarono i servizi fotografici, le copertine e il calendario 2001 per la rivista Max insieme alle partecipazioni a Lucignolo, Verissimo, Quelli che il calcio, La vita in diretta, Markette. Si vociferava che addirittura Tinto Brass la volesse in un suo film, ma Marina (che oggi vive a Trastevere, al centro di Roma) si ritirò dalle scene per studiare recitazione. Dopo due anni di corsi e stages, tornò in tv in Carabinieri 2 accanto a Manuela Arcuri e tentò anche un poco fortunato show nella seconda serata Mediaset. Partecipò a Terra Nostra 2 - La speranza, su Rete 4, passò per il set di Beautiful a Portofino, come modella di punta della sfilata di Ridge, e arrivò a Un posto al sole, nei panni di cantante. Nel 2004 riuscì finalmente a realizzare il suo sogno debuttando in teatro con la commedia La notte di Natale (e Marzia) al fianco di Angelo Orlando. Fu proprio in quell’occasione che disse di non volere avere più nulla a che fare con i reality. Aveva avuto la fortuna di partecipare al primo in assoluto e come Taricone, ormai attore, la Plevani inviata di Verissimo, Casalino conduttore a Telelombardia, era stata «lanciata». Ma qualcosa andò storto e lei sparì. Ora, per dare una svolta, Marina rigioca la carta che sei anni fa è stata vincente. «Non è un passo indietro», dice, «ma un modo per mettermi alla prova». E questa volta può cimentarsi nella sfida non più da graziosa sconosciuta ma come una vip che vuole una seconda chance. O da gatta morta, direbbe forse Cristina, che in realtà ha sette vite.