Marine Usa salvò libro dal falò nazista: restituito all'Italia

Il prezioso manoscritto risalente al 1700 è stato restituito al governo italiano e consegnato all'ambasciatore a Washington Giulio Terzi. Il colonnello Robert Thompson prima di morire aveva chiesto ai suoi due figli di restituire il volume

Un prezioso manoscritto risalente al 1700 è stato restituito oggi al governo italiano e consegnato all'ambasciatore a Washington Giulio Terzi. Il volume, contenente una collezione di atti del paese di Contursi in provincia di Salerno, apparteneva ad un colonnello dei marines reduce della seconda guerra mondiale. Robert Thompson - questo il nome dell'ex-ufficiale americano che aveva partecipato allo sbarco in Normandia ed alla campagna in Italia - prima di morire aveva chiesto ai suoi due figli di restituire il libro che lui stesso aveva salvato a Contursi da un falò appiccato da soldati tedeschi in ritirata. La consegna è avvenuta oggi all'ambasciata italiana a Washington, dove l'ambasciatore Terzi ha ringraziato la famiglia Thompson per la restituzione del manoscritto e per il valore fortemente simbolico che tale gesto rappresenta, soprattutto perché proveniente da un americano che, ha sottolineato Terzi «si è battuto in Italia per i valori di democrazia e libertà che i nostri due paesi condividono e difendono».