Il marito muore, per 48 ore chiede aiuto

Paralizzata a letto per la frattura di entrambi i femori, un' anziana genovese ha visto il proprio marito accasciarsi a terra per un malore e per 48 ore ha chiesto invano soccorso. Nessuno ha udito le sue urla disperate e quando sono giunti i carabinieri ed i vigili del fuoco per l'uomo non c'era più nulla da fare.
È accaduto domenica sera a Genova, in piazza Invrea, dove abita una anziana coppia di coniugi, lei di 80 anni e lui di 85.
Intorno alle 22,30 è giunta la segnalazione ai carabinieri di un abitante della zona che sentiva strani rumori provenire da un alloggio vicino. Evidentemente le invocazioni d’aiuto della povera donna continuavano da un pezzo, ma soltanto a quel punto il vicino si è reso conto che qualcosa di anomalo stava accadendo nell’appartamento a fianco.
I militari del Nucleo Radiomobile sono intervenuti insieme ai vigili del fuoco ed ad un' ambulanza e hanno dovuto sfondare la porta dell'abitazione per verificare quanto stava accadendo. All'interno hanno trovato la donna, disperata, bloccata a letto e l'uomo riverso a terra, ormai privo di vita.
L'anziana ha raccontato che 48 ore prima il marito si era sentito male e lei, impossibilitata ad alzarsi, aveva a lungo gridato per chiedere aiuto. Per due giorni ha continuato a battere sui muri nella speranza che qualcuno la sentisse.
Ora la donna è stata trasferita in ospedale.