Al marito senatore l’sms della moglie: non ti voterò più

Mentre il decreto sulla scuola passa in aula, la signora Quagliariello, moglie del senatore Gaetano, vicepresidente vicario del Pdl a Palazzo Madama, insegnante come del resto anche il marito, ha inviato un sms scherzoso per commentare il dibattito. Sullo schermo del cellulare il senatore si è trovato scritto: «La Finocchiaro cita il Vangelo, tu paragoni la Gelmini a Gentile e io la prossima volta voterò per Bricolo». Una battuta scherzosa, s’intende, che dà la misura del clima in aula. A Montecitorio invece è andato in scena un crac. Di nome e di fatto. Non era mai accaduto prima, si erano visti volare fogli e libri, si erano visti microfoni divelti ma non si erano mai visti deputati che distruggessero il loro banco, semplicemente appoggiandovisi. Ebbene, stavolta è accaduto al leghista Gianluca Buonanno, 42 anni, imprenditore, che dopo il crac ha restituito i rottami agli inservienti mentre i colleghi commentavano: «Però, così piccolo e così forzuto».