Mark Zuckerberg porta in tribunale gli abitanti di un'isola delle Hawaii

Una legge del 1850, conosciuta come Legge Kuleana, dà a decine di famiglie native il diritto di vivere in piccoli pezzetti di terreno

Mark Zuckerberg tiene alla privacy, sopratutto alla propria. E ci tiene tanto da voler scacciare centinaia di hawaiani dai loro terreni ancestrali che si trovano su una spiaggia per lo più di sua proprietà, comprata per la modica cifra di 100 milioni di dollari. A raccontarlo è l'Independent.

Il fondatore del social network più famoso del mondo ha lanciato - spiega il giornale - un'azione legale per cercare di costringere i proprietari di questi piccoli pezzetti di terreno delle Hawaii a cedere la loro proprietà nell'isola di Kuai.

Una legge del 1850, conosciuta come Legge Kuleana, dà a decine di famiglie native il diritto di vivere in piccoli pezzetti di terreno, che sono oggi nel'ambito della proprietà del miliardario, il quale evidentemente non gradisce la prospettiva di avere degli estranei nel suo paradiso.

Così, in maniera riservata, il numero uno di Facebook ha avviato una serie di iniziative legali contro centinaia di hawaiani attraverso diverse compagnie di cui è proprietario.

La difficoltà principale per il magnate, al momento, appare quella d'individuare l'identità dei diversi proprietari, che sono discendenti degli assegnatari e spesso hanno suddiviso le loro microproprietà tra eredi o vendendole.

Commenti

sbrigati

Lun, 23/01/2017 - 14:36

Paladino (a parole) dei deboli ed oppressi contro il cattivaccio Trump.

cgf

Lun, 23/01/2017 - 14:57

è destinato a finire in bancarotta, molto prima che poi.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 23/01/2017 - 15:39

Gran brutto segno. In linea coi tempi, anzi, con le storie di SEMPRE.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 23/01/2017 - 15:48

E questo vuole fare il Presidento ? Credo che tutte le persone intelligenti dovrebbero uscire dal suo facebocco....e farlo rimanere in mutande

Fjr

Lun, 23/01/2017 - 16:42

Lasciatelo in mutande ,tanto questo i soldi ce li ha, al massimo se resta con le pezze al mulo,ma dubito,si apre un baracchino telematico in spiaggia,dove fra un mojito e l'altro ti puoi fare un selfie e spedirlo come una cartolina.

cgf

Lun, 23/01/2017 - 17:03

curioso poi che proprio lui parla di privacy quando FB...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 23/01/2017 - 17:43

Il sinistroide si evidenzia dall'ammore verso il prossimo.

lupo1963

Lun, 23/01/2017 - 18:41

The king of the hypocritically correct

ILpiciul

Lun, 23/01/2017 - 18:57

Non finirà in bancarotta. Ha gente troppo potente fra il parentado.

Trinky

Lun, 23/01/2017 - 19:59

Pagliaccio, spero schiatti presto......

Pisslam

Lun, 23/01/2017 - 20:03

Quello che accusa Trump di essere un futuro dittatore, opressore delle masse e che lascia indietro gli ultimi....lui invece si che con il suo amico Soros, il traditore della sua razza, è un gran filantropo....not in my backyard, vero pagliaccio?!?!

giumaz

Lun, 23/01/2017 - 20:16

Sicuramente il fondatore di fessbuc è un democratico. Solo la loro puzza al naso (Pidioti inclusi) li può spingere a detestare tanto il popolino. Spero che presto arrivi qualche nuovo social che faccia fallire fessbuc, così questo cxxxxxo va a lavorare in miniera.

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 24/01/2017 - 02:18

i soldi son soldi e portanoi al potere del quale non esiste colore, tranne il NERO della morte,che arrivera´sempre