Marlene Kunts oggi alla Fnac

Tutti i grandi gruppi ci arrivano, prima o poi. E così anche i Marlene Kuntz, band cuneese che ha fatto la storia recente della musica rock alternativa italiana, assieme a gente come Afterhours, Verdena e Blonde Redhead. Ci si riferisce al «Best of», meglio detto, con più semplicità, «raccolta». E' uscito qualche giorno fa nei negozi, e questo pomeriggio, dalle 18 (ingresso libero), verrà presentato dal gruppo piemontese presso la Fnac di via Torino. L'album è stato preceduto dal singolo «Impressioni di settembre», cover della grande Premiata Forneria Marconi. Oltre a molte delle canzoni dei precedenti lavori (in tutto 7 registrati in studio) sono presenti «La Libertà» e «Non Gioco Più», rispettivamente cover di Gaber e Mina. E c'è anche un inedito, «Il Pregiudizio».
Sembrano così lontani i tempi dei cd «Catartica» (1994) o anche del più recente «Ho ucciso paranoia» (1999), dove le chitarre erano padrone della scena. Oggi non è più cosi. Le distorsioni lasciano ora spazio a «pennate» più pulite, la voce del leader Cristiano Godano si è fatta più pacata, più neutra, e il tutto ha un'atmosfera più italiana, ben lontana da reminiscenze british ed oltreoceano. Lunedì i Marlene partiranno con un tour da Roma che toccherà Napoli e arriverà in Svizzera senza, per ora, fermarsi a Milano. Lo show di stasera pare dunque come un fulmine a ciel sereno.