Marocchina salva quaranta persone disperse in mare

Una storia natalizia fatta di paura, pericolo, buoni sentimenti, gara di solidarietà e sorrisi di bimbi. Con un bel lieto fine. Siamo a Sanremo, una sera di fine dicembre come tante. Nella sede della Capitaneria l’atmosfera è piuttosto distesa, la giornata è andata bene e si respira come dappertutto l’atmosfera natalizia. Ma all’improvviso piomba negli uffici un giovane marocchino, da tempo residente nella città dei fiori. Sono le 19.30. «Dovete aiutarmi, in mare, su un barcone diretto in Sicilia ci sono molti miei connazionali, e anche alcuni bambini... dovete salvarli sono in pericolo per il cattivo tempo». Scatta immediatamente la gara (...)
SEGUE A PAGINA 46