Marocchino estorceva panini al rosticcere

Il gup del tribunale di Sanremo Maria Grazia Leopardi ha condannato, ieri, a un anno e 10 mesi di reclusione l’immigrato marocchino di 27 anni, Ali Abdouli, arrestato dai carabinieri, nel novembre del 2007, con l’accusa di estorsione continuata ai danni del gestore di una paninoteca-rosticceria di Ventimiglia. L’immigrato, infatti, continuava a mangiare e a bere a sbafo, senza mai saldare il conto. Anzi, alla richiesta di corrispondere il dovuto, lo straniero rispondeva con insulti, minacce di morte e la ripromessa che avrebbe incendiato il locale. In maniera piuttosto spavalda, inoltre, faceva presente allo stesso esercente che non avrebbe impiegato molto a dargli fuoco al locale e che sarebbe, poi, fuggito in Francia, facendo perdere le proprie tracce. Alla fine, dopo l’ennesimo episodio, i militari (agendo sotto copertura) sono riusciti a fermarlo e ad arrestarlo.