Marocco, caccia a dieci attentatori suicidi a Casablanca

Casablanca - Il giorno dopo la morte di quattro terroristi pronti a compiere attacchi suicidi in Marocco, la polizia di Casablanca continua a dare la caccia a una decina di altri potenziali kamikaze. Secondo quanto scrive il giornale marocchino «Al-Alam», le forze di sicurezza sono sulle tracce di una cellula di "candidati al martirio" che, con indosso cinture esplosive, sarebbero pronti a colpire nel Paese. Il giornale non specifica il numero dei terroristi ricercati, ma un altro quotidiano, «Annass», scrive che sarebbero almeno una decina, mentre «Assabah» rivela che alcuni di loro si troverebbero nel quartiere di Fida. Lo stesso dove ieri, braccati dalle forze di sicurezza, tre aspiranti kamikaze si sono fatti saltare in aria per evitare di essere catturati mentre un quarto è stato abbattuto dalla polizia. Tra gli attentatori morti c'è Ayoub Raidy, indicato dalle autorità come il fratello di Abdellatif Raidy, il kamikaze che l'11 marzo scorso si era fatto saltare in aria in un Internet cafè di Casablanca dopo essere stato scoperto dalla polizia, che lo riteneva a capo di una cellula di una cinquantina di islamisti, una quarantina dei quali arrestati nelle ultime settimane.