Dal Marocco Droga a tonnellate in barca a vela: 22 in cella

Trasportavano hashish a tonnellate dal Marocco all’Italia servendosi di barche a vela. Lo skipper Mario Piacentino, 43 anni, residente a Capiago Intimiano (Como), incensurato, considerato il capo dell’ organizzazione, è finito in manette all’alba di ieri insieme ad altre 21 persone. Gli arresti, eseguiti dai carabinieri del Ros di Milano, sono scattati in esecuzione di ordini di custodia cautelare in carcere emessi dal gip di Milano, Stefania Donadeo, nelle provincie di Milano e Como. Nei confronti di quattro stranieri (due marocchini, un tedesco e uno svizzero), invece, è stato spiccato un mandato di arresto europeo. Grazie all’utilizzo di barche a vela o a motore i componenti della banda, tre dei quali risultavano incensurati nonostante fossero sul mercato da oltre vent’anni, riuscivano a trasportare carichi di tonnellate di hascisc dal Marocco, attraverso Spagna e Francia.