Marotta a Liverpool per Quagliarella

Il futuro della Sampdoria si sta decidendo in questi giorni. Ieri, ad esempio, l'amministratore delegato Beppe Marotta è volato a Liverpool per assistere al match contro il Chelsea. In realtà sta trattando l'attaccante Fabio Quagliarella e decidendo con il club londinese il destino del baby portiere Padelli. Difficile però che si arrivi così presto ad una soluzione di mercato definitiva, ma intanto si guarda già alla prossima stagione tra mille interrogativi.
A partire da questo: va o resta? Alla «Novellino Story», una delle vicende più appassionate degli ultimi anni del mercato blucerchiato, si è aggiunto un nuovo tassello. È stato proprio il tecnico della Sampdoria a ribadire il concetto già espresso due settimane fa. In onda su Telenord, nella trasmissione Centrocampo, Novellino è stato piuttosto preciso: «Se vado via? No rimango». Tribuna completamente spiazzata, perché appena tre giorni fa in un'intervista rilasciata al quotidiano la «Gazzetta dello Sport» aveva praticamente sancito il suo addio alla casacca blucerchiata: «Ma io non ho affatto detto che me ne sarei andato, ho solo analizzato alcune cose». E poi c'è stata anche la conferenza stampa post vittoria a Siena: «Adesso ho solo un pensiero in testa - ha detto - la rincorsa alla qualificazione in Europa. La zona Uefa è distante cinque punti e abbiamo nel mirino Fiorentina e l'Empoli. Non sarà facile, ma ci dobbiamo credere fino a che la matematica ce lo consentirà. Di cosa farò alla fine della stagione non ne voglio proprio parlare perché non ci penso».
Sarà vero? Non ci pensa? In realtà Novellino non è poi così convinto di accettare l'offerta del patron del Palermo Maurizio Zamparini e l'idea di restare ancora un anno non gli dispiace. E la società? Il club di Corte Lambruschini questa settimana prenderà una decisione. Le due parti si incontreranno e decideranno quale sarà il futuro del tecnico e della squadra. L'impressione quindi è che la vicenda non sia ancora completamente archiviata, anzi. Piuttosto, ironia della sorte, domenica alle ore 15 al Luigi Ferraris arriverà la Reggina e anche in questo caso nessuno sbaglia a pensare che Novellino proverà a vincere sia contro la Reggina sia contro Walter Mazzarri, più volte accostato alla formazione genovese. È lui infatti il candidato che prima di tutti si è fatto avanti per la panchina della Sampdoria: «È giusto - spiega Novellino - perché sta facendo bene, ma anche io sto facendo bene alla Sampdoria». Come dire, c'è tempo.
Presente e passato si incrociano? Può darsi ma intanto in ballo adesso, con la sconfitta dell'Empoli contro l'Inter, c'è anche la rincorsa della squadra per un posto in Europa.