Marotta: «Non esiste un caso Campagnaro»

La Sampdoria parte con molti giovani e lacune da colmare («c’è tempo tutto agosto») in attacco e a centrocampo

«Non esiste nessun caso Campagnaro», Beppe Marotta smorza le polemiche scoppiate dopo il blitz della dirigenza blucerchiata che ha «soffiato» il difensore argentino al Genoa. Il direttore generale della società non si scompone, «la Sampdoria ha agito in trasparenza trattando con la dirigenza del Piacenza e trovando poi un accordo con il giocatore - ha proseguito Marotta -. Non abbiamo fatto niente di strano, queste sono le logiche del calcio mercato. Tra le dirigenze di Genoa e Sampdoria non esiste nessun problema, i rapporti sono buoni».
Hugo Armando Campagnaro, che raggiungerà Bogliasco questo pomeriggio, è il secondo difensore trattato dal Genoa che finisce con la maglia dell'altra metà di Genova, pochi giorni fa era toccato a Gastaldello, pallino di Gasperini e ora alla corte di Mazzarri. Un «caso Montella» in piccolo sul quale è voluto intervenire Enrico Preziosi che non è stato tenero con Sampdoria e Piacenza. Il presidente rossoblù, ieri pomeriggio, in una trasmissione su Telecittà, ha ironizzato sulla vicenda: «L'altra squadra di Genova e il Piacenza - ha detto Preziosi - hanno operato con trasparenza e correttezza. Il capitolo si chiude qui, cercheremo alternative. Sulla vicenda ha influito il nostro cattivo rapporto con gli emiliani».
Sampdoria cantiere aperto che parte con giocatori che non arriveranno con la maglia blucerchiata a fine agosto e con diversi punti interrogativi per l'attacco ed il centrocampo. Proseguono le trattative per portare a casa una punta ma non c'è fretta: «Stiamo operando su diversi fronti ma non abbiamo fretta di chiudere - spiega Marotta -. Attendiamo anche che le grandi facciano il loro mercato e poi ci muoveremo determinati, sempre rispettando il nostro budget. Jimenez e Brienza? Giocatori interessanti ma c'è tempo fino alla fine di agosto, comunque arriveranno una punta e un trequartista». In questi giorni, dove stentano a chiudersi trattative di rilievo si fantastica su tante voci, alla Samp è stato accostato anche Cassano: «Si tratta di un sogno difficilmente realizzabile - prosegue l'ad della Samp -. Ha un ingaggio spropositato per noi e il fatto che non abbia mantenuto comportamenti eccellenti a Madrid non significa che abbia perso il suo valore. Ci sono grandi squadre dietro».
Si punterà su giovani di qualità e sul settore giovanile: «È un nostro vanto e puntiamo sui nostri talenti - chiude Marotta -. Cercheremo anche di bissare l'operazione Quagliarella, arrivato con grande scetticismo avete visto come è andata a finire».
Ieri intanto il ventenne centrocampista Paolo Castellazzi è stato ceduto alla ProPatria.