Marra, lo stakanovista dei ricorsi all’Ue che fa tremare lo Stato

L’impresa certo è di quelle proibitive: far pagare lo Stato per i suoi errori, particolarmente per la giustizia lumaca. Eppure c’è, in Italia, chi si batte - ed sempre più vicino alla vittoria definitiva - per raggiungere un simile obiettivo. Si tratta di Alfonso Luigi Marra, 63 anni, calabrese, avvocato, scrittore, ex parlamentare nel ’94 con Forza Italia e autentico stakanovista dei ricorsi. Provengono infatti dallo studio napoletano dell’eclettico professionista i 480 ricorsi accolti martedì scorso dalla Corte europea dei diritti dell’uomo «che condannano il governo italiano - spiega il legale - a risarcire i ricorrenti del danno subito per il tardivo pagamento delle sentenze di condanna (della giustizia italiana, ndr) per la durata eccessiva dei processi». Non solo. «Pendono altri 3.180 miei ulteriori ricorsi analoghi - sottolinea Marra - che si può a questo punto ritenere verranno anch’essi accolti».