Marrazzo: «È sbagliato lasciarci in disparte»

da Roma

«È sbagliata la scelta di Cai, resa pubblica da Corrado Passera, di non prevedere la presenza della Regione Lazio nella compagine sociale dell’azienda». Il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, lo dice chiaro e aggiunge: «Abbiamo, da riformisti, scelto la strada della mano tesa e rifuggito quella facile dell’ostilità pregiudiziale, convinti che, prima di denunciare e scendere in piazza contro un progetto sbagliato, occorresse andare a vedere di cosa si trattasse e, magari, condizionarne la sua stessa formazione. Abbiamo, perciò, scelto il gesto simbolicamente più impegnativo per comunicare al gruppo imprenditoriale che si accinge a rilevare la più importante e strategica azienda di Roma e del Lazio la disponibilità delle istituzioni locali a una vera collaborazione negli interessi dei cittadini dei nostri territori. Non crediamo che la nostra presenza nell’azionariato della newco avrebbe tolto all’operazione il carattere di vera privatizzazione».
«Restiamo anche convinti - continua Marrazzo - che, quando è in gioco il futuro di un territorio, le logiche imprenditoriali e di business debbono coniugarsi con le più generali esigenze di tutela e sviluppo dei territori. Nessuna responsabile istituzione pubblica dell’Occidente lascerebbe a un piccolo, per quanto autorevole, gruppo di imprenditori di decidere in solitudine non già il semplice orientamento delle proprie legittime aspirazioni di business, bensì le direttrici di fondo dello sviluppo di una fetta importante del territorio nazionale e del futuro della sua capitale».