Marrazzo, il Tar boccia i cambi alle Asl

Il Tar del Lazio blocca l’«operazione spoil system», quella con cui il presidente della Regione Piero Marrazzo e il suo assessore alla Sanità Augusto Battaglia avevano decapitato i vertici di 16 aziende sanitarie locali per nominarvi altrettanti direttori generali scelti dalla nuova giunta. I nuovi manager avrebbero dovuto insediarsi subito dopo Ferragosto, il 16, ma ieri il tribunale amministrativo ha sospeso il decreto con cui la Regione Lazio aveva fatto decadere dal suo incarico il direttore generale dell’azienda ospedaliera «San Camillo - Forlanini», Domenico Alessio, assegnando il suo posto (che per contratto doveva scadere nel 2006)a Luigi Macchitella. In attesa dei prossimi ricorsi, l’ex presidente Storace commenta: «Lo spoil system è stato applicato in maniera distorta».