Marrazzo «Un tavolo sugli scali di Milano e Roma»

«Ho scritto una lettera aperta al presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, al sindaco di Milano Letizia Moratti e al presidente della Provincia Milano Filippo Penati perché ritengo che Fiumicino sia l’hub della capitale e del Mediterraneo e che sia venuto il momento di non fare una guerra tra poveri ma di affrontare le questioni insieme». Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo in merito alla questione Alitalia, arrivando a Palazzo Valentini per un incontro con il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti per parlare della questione rifiuti.
«Siamo convinti - ha aggiunto - che la liberalizzazione del mercato rappresenti la possibilità per Fiumicino e Malpensa di concorrere sul mercato nazionale ed internazionale. Allora sediamoci ad un tavolo e poi insieme andiamo dal Governo». Marrazzo ha poi aggiunto: «Non posso pensare, avendo già pagato un prezzo altissimo per i lavoratori dell’Alitalia che non hanno più un lavoro, che ci sia una guerra tra Roma e Milano che poi alla fine pagano sempre i lavoratori. Anche in quel caso - ha continuato - se le istituzioni locali hanno una posizione comune possono poi chiedere al Governo un intervento concreto perché non credo che un disoccupato di Roma valga più o meno di un disoccupato di Milano e viceversa. Ho sentito il bisogno di dirlo, ecco perché ho preso carta e penna» ha concluso.
Diverse le reazioni arrivate sull’iniziativa, come quella del senatore Pd Roberto Di Giovan Paolo: «Guerre senza senso, Fiumicino e Malpensa vanno salvaguardate coi loro lavoratori». E ancora, «Marrazzo fa bene a difendere Roma - aggiunge Mirko Coratti del Pd - ed è legittimo sostenere che la società Cai debba prendere decisioni autonome».