Marta: il Padiglione B è come Torre Eiffel o la Cappella Sistina

Quel "B" un po' scomodo Il padiglione B della Fiera come la Cappella Sistina o la Torre Eiffel. Lo dice il sindaco Marta Vincenzi, in risposta a un' interpellanza di Lilli Lauro (Pdl). «In fondo - dice il sindaco - è un'opera d'arte che rimarrà alla città». Non è della stessa idea Lilli Lauro: «E' ingombrante, è costato 3 milioni di euro e ai residenti non piace. Ha interrotto la linea dell'orizzonte, da corso Aurelio Saffi. Altro che continuità con il mare. Secondo le prime regole imposte, la nuova costruzione non avrebbe dovuto superare in altezza la vecchia. Regola che è stata poi aggirata con l'espediente di un tetto obliquo». Il padiglione che ha una copertura a specchio - «E non di specchi», sottolinea il sindaco - sarà completato nel 2010. «Anche la Tour Eiffel è stata criticata all'inizio - spiega Marta -, invece è un opera meravigliosa».
Pegli, per Tursi non c'era rischio Il crollo di Via Dagnino arriva in sala Rossa, a palazzo Tursi. L'interrogazione è stata presentata da diversi consiglieri comunali. «Abbiamo fatto più sopralluoghi, ma il rischio, su quell'area non esisteva - ha risposto l'assessore alla Sicurezza, Francesco Scidone -. In ogni caso, adesso c'è un processo, in cui il comune si costituisce parte civile. Chi dovrà pagare, pagherà. Anche per i costi che stiamo sostenendo in questi giorni». Tursi, infatti, continuerà ad assicurare l'ospitalità in strutture alberghiere per le famiglie sfollate, garantendo il sostegno domiciliare per i disabili e il rifornimento di farmaci negli edifici isolati. La procura ha ordinato l'acquisizione dei documenti del Comune relativi al permesso di costruire i box sulla collina.
Cornigliano: basta con i cantieri La situazione di Cornigliano è intollerabile. E' la denuncia di Rino Lecce, Pd. Che fa presente che fra cantieri e lavori in corso, i cittadini della delegazione di ponente non ne possono proprio più. L'assessore al Traffico Simone Farello ha assicurato che nei prossimi giorni sarà convocata una commissione consigliare per sgomberare, ove possibile, le aree ancora interessate dai cantieri.
Ascensore Lagaccio attivo Riprenderà entro la fine del 2009, il servizio dell'ascensore che collega via Adamo Centurione a via Bari, nel quartiere del Lagaccio. Il 26 novembre la struttura sarà data in gestione ad Amt. Per l'avvio manca solo il nulla osta del collaudo.
Bilancio: missione impossibile «Una scalata di sesto grado». Così, l'assessore al Bilancio, Franco Miceli, affronta il bilancio di previsione 2010-2012. Mentre Standars & Poors promuove la Superba, il buco cresce: 69 milioni mancano dai trasferimenti pubblici. Le manovre di «salvataggio» si baseranno lotta all'evasione, risparmio sulla gestione del personale, anticipo degli oneri di urbanizzazione e sanatoria delle multe. Inalterati, i servizi ai cittadini e le tariffe relative.