Martin Kasik e il quartetto Skampa, musica da camera per giovani talenti

Non ci sarà Robert Levin domani sera sul palcoscenico della Gog, fermato da una pausa forzata dopo un recente intervento chirurgico: per il consueto appuntamento del lunedì con la musica da camera, al teatro Carlo Felice (ore 21) si esibirà il giovanissimo ceco Martin Kasik, che con il Quartetto Skampa - già previsto dal programma precedente - presenterà al pubblico un programma con musiche di Haydn, Dvorak e Schumann. Tra i giovani interpreti di maggior successo lui, Kasik, e uno dei migliori gruppi nel panorama musicale internazionale loro, i musicisti del Quartetto Skampa, fondato nel 1989 presso l’Accademia di Praga: Pavel Fischer (violino), Jana Lukasova (violino), Radim Sedmidubsky (viola), Peter Jarusek (violoncello). Basta guardare gli importanti riconoscimenti in campo internazionale, a partire da Kasik - pianista dall’età di quattro anni! - vincitore nel 1999 del prestigioso concorso «New York Young Concert Artist Competition» e già protagonista in molte delle più importanti sale di tutto il mondo; e per il Quartetto Skampa, che è ospite ormai abituale in Europa, America, Giappone, Australia e Nuova Zelanda presso i centri musicali di maggior rilievo, la vittoria decisiva del Concorso «Vittorio Gui» di Firenze, nel 1990, che aprì la strada alla sua inarrestabile carriera.
Abbinamento di artisti doc che promette quindi un’esecuzione interessante e di alta qualità: in programma, il «Quartetto incompiuto in si bemolle maggiore» di Haydn, il «Quartetto in sol maggiore» op.106 di Dvorak, il «Quintetto per pianoforte e archi in mi bemolle maggiore» op.44 di Schumann. Prossimo concerto, lunedì 9 maggio (ore 21) con il mezzosoprano Angelika Kirchschlader e il pianista Julius Drake; in programma, i lieder di Liszt e Mahler.