Il marxista Christofias presidente di Cipro

Nicosia. Dimitris Christofias, il leader del Partito comunista cipriota Akel, è stato eletto ieri sesto presidente della Repubblica di Cipro diventando così anche il primo e unico capo di Stato comunista dell’Unione Europea. Christofias, 61 anni, ha ottenuto nel ballottaggio il 53,36% dei voti contro il 46,64% del suo avversario, il moderato Ioannis Cassoulides, il quale, nell’ammettere la sconfitta, ha affermato che sarà «vicino al vincitore nei suoi sforzi per trovare una soluzione al nostro problema nazionale», ovvero la divisione di Cipro tra turchi e greci.