A marzo Satura espone sei volte

Anche il mese di marzo si preannuncia denso di avvenimenti artistici a Satura, l’associazione culturale che nei suoi locali di piazza Stella 5-1 ospiterà sei diverse mostre. Per tutte l’inaugurazione è prevista per sabato 3 marzo alle 17.30.
«Frammenti» è la personale di Francesco Cinelli a cura di Emanuele Greco (sala Maggiore) che si basa sull’eterno dilemma: cadere o risorgere? costruire o distruggere? Nella sala Prima «Bicchieri, pomodori, bollicine e suggestioni pop» si deve invece alla creatività di Sara Pierotti (mostra a cura di Valentina Perasso), mentre Rita Malaguti (personale a cura di Luisa Caprile), espone della sala Pozzo.
Le opere di Cristiano Ranghetto, opere che «evocano un dinamismo plastico vicino al futurismo di Umberto Boccioni», si possono ammirare nella mostra «Amore e spiritualità» nella sala Colonna. «L’attimo fuggente» di Maria Cerullo (personale curata da Gianluigi Gentile) si può «fermare» nella sala Cisterna. Infine Alessandra Sorge espone nella sala Portico la personale «Spiriti femminili» (a cura di Valentina Perasso).
Le mostre si possono visitare da martedì a sabato dalle 16.30 alle 19.