Mascalzone latino ormeggia in San Babila

Per tutto lo svolgimento della Louis Vuitton Cup la lepre di Mascalzone latino, che nel 2002 gareggiò in Coppa America nelle acque di Auckland, sarà esposta in piazza San Babila. Poi il 31 maggio, finite le regate di Valencia, l’imbarcazione si sposterà il piazza Duca d’Aosta, dove resterà fino alla metà di luglio.
L’enorme scafo, che pesa cinque tonnellate, è assicurato a una base di cemento di 16mila chili. Purtroppo però chi si aspettava di vedere albero e vele rimarrà deluso. «Non abbiamo potuto montare il bulbo di piombo - ha spiegato l’ideatore di questa iniziativa e presidente dello Yacht Club Milano, Roberto Braida - perché pesa ventidue tonnellate e non avremmo potuto garantire la stabilità dello scafo». Oltre a esponenti delle istituzioni comunali e regionali, all’esposizione dell’imbarcazione era presente anche un membro dell’equipaggio, Davide Tizzano. «Puntiamo alle semifinali - ha detto -. Non siamo i più forti ma cercheremo di essere i più veloci».