Masi, Raiuno e gli arancini indigesti

Una viperetta s’insinua tra gli allori di Fazio e il fango di Raiuno. Perché c’è un recondito motivo per cui il primo canale per il secondo lunedì ha lasciato strada spianata a Raitre, replicando per l’ottava volta (!) Gli arancini di Montalbano e racimolando ancora un misero tredici per cento di share, molti punti sotto gli obiettivi di rete. Figuriamoci se il direttore generale Masi intendeva proteggere Vieni via con me, visto che ha fatto di tutto per contrastarlo. Il fatto è che l’altro ieri avrebbe dovuto andare in onda la seconda parte della mini-serie (da sempre programmate di seguito domenica e lunedì) Mia madre. Invece stavolta si è scelto domenica e poi ieri, martedì. E perché? Il produttore è Massimo Ferrero, detto Viperetta appunto, grande amico del direttore generale: non mandare al massacro la sua fiction contro Saviano è stata un bella cortesia. Appoggiata anche dal direttore di Raiuno Mazza, che invece voleva far cosa gradita al suo di amico, Fini, che scandiva elenchi da Fazio. Intanto chi pagherà il conto di una Raiuno sfasciata?