A Massa Bondi strappa il ballottaggio

da Milano

Ora è la volta di province e comuni. Anche per le amministrative (si è votato per rinnovare 9 presidenti, 426 sindaci e relativi consigli, con eventuali ballottaggi il 27 e 28 aprile), si ripresenta il duello tra Popolo della libertà e Partito democratico.
Nelle provinciali, vittoria a valanga della Lega a Varese al primo turno. In quella che è considerata da sempre la «tana del Carroccio», il candidato leghista Dario Galli, insieme con il Pdl, sbanca l’avversario del Pd Mario Aspesi col 64% dei consensi contro il 26%.
Sul fronte opposto, è il Pd a spuntarla al primo turno a Benevento, con Aniello Cimitile al 55% contro Mino Izzo (Pdl) al 37%, e a Vibo Valentia, con Francesco De Nisi del Pd al 58% contro Francesco Miceli del Pdl fermo al 24%.
Conquista il ballottaggio il coordinatore nazionale di Forza Italia, Sandro Bondi, a Massa Carrara: in piena «terra rossa» l’esponente del Pdl fa registrare un ottimo 32% contro il favoritissimo avversario del Pd, Osvaldo Angeli, che con il 41% non può sperare di vincere al primo turno.
Spareggi anche ad Asti, con Maria Teresa Armosino (Pdl) al 44% contro Roberto Peretti (Pd) a quota 26%; a Catanzaro, che vede avanti a quota 45% la candidata del centrodestra Wanda Ferro rispetto al candidato del centrosinistra Pietro Amato col 37%; infine a Foggia, dove le posizioni si ribaltano, con Francesco Campo (Pd) al 43% e Antonio Pepe (Pdl) al 36%.
Alle comunali, il duello più atteso era a Brescia. Adriano Paroli (Pdl) si è imposto con il 51% dei consensi a Emilio Delbono (Pd), fermo al 36%, ribaltando le previsioni della vigilia.
Si delinea a Treviso l’affermazione già al primo turno del leghista Gian Paolo Gobbo, sostenuto dal centrodestra, con oltre il 50%, opposto al rappresentante del centrosinistra Franco Rosi, al 27%.
Probabili affermazioni del centrosinistra sono invece attese a Sondrio, dove Alcide Molteni (Pd) è a quota 52% contro Aldo Facci (Pdl) al 29%, e a Pisa, dove si delinea il ballottaggio tra Marco Filippeschi, centrosinistra, con il 47% dei consensi, e Patrizia Paoletti, centrodestra, al 32%.