Massa: «Ha un’attrazione fatale per me...»

Greater Noida I tre del podio hanno dedicato vittoria e risultato al Sic e a Wheldon: «Abbiamo corso per loro». E questa è la cosa bella del Gp d’India. La cosa brutta è l’ennesimo autoscontro Hamilton-Massa. «Non riuscire a finire una gara in cui avevo dimostrato di avere il passo per lottare per il podio mi dispiace molto» dice Felipe. «Per quanto riguarda la collisione con Hamilton, non condivido la decisione degli steward che hanno voluto punirmi (con un drive through, ndr)... Ho semplicemente seguito la traiettoria ideale... È l’ennesima volta che Hamilton mi viene addosso, sembra ci sia un’attrazione fatale... A suo tempo - conclude Massa - avevo cercato di parlargli ma lui non si era dimostrato interessato». Hamilton ha invece raccontato di essersi avvicinato a Felipe durante il minuto di silenzio per Simoncelli e Wheldon e di avergli augurato in bocca al lupo per la gara, abbracciandolo. «No, mi ha solo detto fai una buona gara». E poi l’ha abbracciato in pista alla sua maniera. Sull’incidente è intervenuto anche Domenicali: «Come sempre la Ferrari rispetta la decisione degli Steward, anche se nella fattispecie abbiamo un’opinione diversa». Quanto ad Alonso, sincero, ammette: «Non ho fatto una buona partenza mentre la squadra è stata fantastica a sistemare un problema sull’ala anteriore 20 minuti prima del via».