Massa, tre le vittime seppellite da una frana Imperia, deraglia treno

Morta sotto una colata di fango una mamma con suo figlio. Si cerca ancora un uomo. <strong><a href="/fotogallery/frane_massa_-_1_novembre_2010/frane-smottamenti-massa-lavacchio-massa-carrara/id=2522-foto=1-slideshow=0">Le foto</a></strong>. Lombardia, esondano Lambro e Seveso. Chiusa l'A4 a Verona: muore donna in un tamponamento. Un disperso nel Vicentino. Maltempo sul Paese: <strong><a href="/fotogallery/maltempo_tutta_penisola/id=2524-foto=1-slideshow=0">immagini
</a></strong>

Massa - Il maltempo si è abbattuto su tutta la Penisola e in particolare la Liguria e la Toscana. Smottamenti, frane, piogge torrenziali e forti raffiche di vento. Nella notte tra domenica e lunedi colèpite da due frane alcune piccole frazioni del comune di Massa: ha perso la vita una mamma con suo figlio mentre si cerca ancora un uomo investito da una colata di fango. Il presidente della Repubblica ha chiesto al prefetto di Massa Carrara di rappresentare la sua commossa partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime e la sua vicinanza alle comunità colpite ed ai soccorritori.

Trovato il terzo corpo È stato trovato senza vita il corpo dell’uomo disperso nel comune di Massa dove, a causa di due frane dovute alla abbondanti piogge, si sono già registrate due vittime, una mamma con il suo piccolo. L’uomo, Aldo Manfredi, di 48 anni, era stato investito ieri sera da una colata di fango mentre cercava di riparare il tetto della sua abitazione e il suo corpo è stato estratto poco fa da sotto i detriti a Mirteto, dove si continua a scavare. 

Famiglia distrutta Nera Ricci (39 anni) e il figlio Mattia Guadagnucci, di appena 2 anni, sono stati travolti e uccisi dal fango e dai detriti di una frana staccatasi ieri sera poco prima delle 23 nella frazione collinare di Lavacchio. Il marito di Nera Ricci, Antonio Guadagnucci, 45 anni, ha riportato alcune fratture, ed è sotto shock, ma si è salvato in quanto si trovava in un’altra stanza rispetto a moglie e figlioletto. La figlia, 16 anni, era a una festa con gli amici, e anche lei si è salvata. I carabinieri di Massa hanno provveduto a perimetrare la zona e a mettere i sigilli a casa Guadagnucci; evacuate in via precauzionale anche le abitazioni limitrofe, per paura di nuovi smottamenti.

Liguria, treno deragliato: feriti lievi Un treno è deragliato tra Ospedaletti e Bordighera, nell’Imperiese a causa di una frana. Si tratta del treno regionale 20144 Torino - Ventimiglia. Secondo quanto riferito dai sanitari del 118 sarebbero rimaste ferite 6 persone, 4 delle quali sono state trasportate in codice giallo in ospedale per traumi e contusioni. Altri passeggeri sarebbero rimasti leggermente contusi. Il treno proveniva da Torino ed era diretto a Ventimiglia. Sul posto Vigili del fuoco, mezzi di soccorso e tecnici di Trenitalia e Rfi. 

Verona: un morto sull'A4 Una donna è morta sulla A4, all’altezza di Soave (Verona), per un tamponamento provocato dal conducente di una Porsche che non si era accorto delle auto ferme in coda, a causa della chiusura dell’autostrada dovuta al maltempo. La potente autovettura è piombata sulle auto ferme in colonna, centrando la Fiat Punto guidata dalla donna, morta all’istante. L’autostrada è chiusa in entrambe le direzioni nel tratto tra Montebello (Vicenza) e Verona est a causa della tracimazione dei piccoli fiumi Trampigna e Alpone. Consigliato di dirigersi verso la strada regionale 11. 

Camionista disperso Nessuna traccia, invece, del 48enne camionista Aldo Manfredi, travolto dalla frana che si è staccata ieri sera alle 20 in località Mirteto. L’uomo stava verificando che le barriere messe lo scorso anno tenessero, visto che già ad aprile 2009 la zona era stata colpita da smottamenti. Una parte della collina sovrastante la sua abitazione si è staccata, travolgendolo. L’anziano padre, che era dietro un muretto, si è salvato. Le speranze di trovare vivo Manfredi sono ridotte al lumicino.

La Spezia allagata Situazione critica per il nubifragio che si è abbattuto durante la notte sulla città e nelle frazioni collinari: il fiume Magra è a livello di guardia, il Vara e la diga di Brugnato sono sotto osservazione. Evacuate alcune famiglie in frazione Isola a causa di frane. Interrotte la strada di collegamento di Porto Venere e due strade comunali. Sospesa per alcune ore l’erogazione di acqua potabile in città a causa di problemi sulla condotta principale.

Evacuazioni lungo Seveso e Lambro La pioggia intensa che da ieri si sta abbattendo nel Milanese ha provocato nella notte la prevedibile esondazione dei già noti fiumi Seveso e Lambro: il primo è tracimato nella zona di Niguarda provocando allagamenti di scantinati e box ma invadendo anche le strade fortunatamente quasi deserte; il Lambro ha superato invece gli argini nella zona del Parco omonimo minacciando l’evacuazione del quartiere di San Maurizio al Lambro.

Isolate Lampedusa e Pantelleria Bloccati i collegamenti con Lampedusa e Pantelleria. Navi ferme anche a Porto Empedocle e Trapani. I collegamenti con le Eolie sono difficoltosi. Il mare ha raggiunto forza 4-5; Panarea, Stromboli, Ginostra, Alicudi e Filicudi sono isolate.

Napoli Sono state tutte sospese le corse degli aliscafi che collegano le isole di Capri, Ischia e Procida con Napoli e viceversa, a causa del forte vento e mare di scirocco. I collegamenti solo garantiti solo dai traghetti della società pubblica Caremar in quanto le corse private sono state tutte sospese.