Massacra la moglie e si impicca

Alberto Vignali

da Lerici

Sembrava un giallo, invece la tragica fine di due pensionati sembra si sia trasformata in una drammatica storia di disperazione. Una incredibile e assurda tragedia consumata in un'elegante villa a picco sul mare sita nella strada che collega La Serra di Lerici a Montemarcello. Un luogo bellissimo con vista sul golfo dei poeti ma isolato, dove due coniugi senza figli, forse hanno cercato e trovato la morte insieme. Lui era tedesco, uomo di successo, Michael Bernhard, 81 anni biologo marino, ed ex direttore del centro Enea di Santa Teresa di Lerici; la moglie Giuseppina, 66 anni, era ex impiegata nella sede spezzina di Confindustria. Non si esclude soffrissero entrambi di depressione. Lei è stata trovata cadavere dal fratello ieri nel salotto di casa, con la gola ferita da un bisturi e la testa colpita più volte; lui poco dopo lo hanno trovato impiccato ad un albero vicino alla casa. Erano morti da diversi giorni e i parenti li cercavano.
In un primo tempo si era avanzata l'ipotesi di un omicidio-suicidio: lui avrebbe prima ucciso la consorte per poi togliersi la vita, ma gli inquirenti cercano di vederci più chiaro e si fa strada l’ipotesi che i due invece abbiano proprio voluto morire insieme. L'uomo, a quanto si è appreso, avrebbe colpito a martellate la moglie solo dopo che questa aveva tentato inutilmente di tagliarsi la gola con un bisturi, e successivamente si è impiccato fuori dalla casa, una villetta indipendente dove i due vivevano. E poi c'è una frase scritta in tedesco e trovata sullo schermo piatto del computer di casa, forse un messaggio a qualcuno che gli inquirenti stanno cercando di identificare.