Massacrato a bastonate mentre va al lavoro

L’hanno ammazzato a bastonate a due passi dal portone di casa, in via Terrarossa, in un bel quartiere residenziale di Arenzano, sulla costa genovese, mentre andava a lavorare. Luigi Damonte, 46 anni, sposato, padre di un ragazzo universitario di vent’anni è stato trovato agonizzante ieri mattina con la testa fracassata a colpi di bastone. Una vendetta, consumata probabilmente per motivi di gelosia, e messa in atto da tre albanesi, tra i quali il marito di una donna che la vittima conosceva. Uno dei tre sarebbe stato rintracciato dagli inquirenti e la sua posizione è al vaglio del magistrato. Luigi Damonte era magazziniere in una piccola Coop lungo l’Aurelia, vicino al casello autostradale di Arenzano, località turistica a pochi chilometri dal capoluogo ligure. Era uscito di casa alle 5 del mattino, per recarsi al lavoro come faceva ogni mattina. Ma non c’è arrivato mai. A dare l’allarme al 112 è stato un passante che alle 8.30 del mattino ha notato per strada, sull’asfalto, vistose (...)
SEGUE A PAGINA 43