Massimo: «Può succedere, ma solo nel 2010»

Massimo Bertarelli

Caro Massimo Boldi, Christian De Sica non esclude di tornare a far coppia con lei...
«Si vede che si sente un po’ orfano...».
E lei come si sente ?
«Be’, io la separazione l’ho sofferta meno. Anche perché la decisione è stata mia».
Comunque per ora restate separati?
«Stiamo girando due film diversi, neanche volendo potremmo riunirci».
Però il miracolo stava per accadere...
«In effetti avremmo dovuto girare insieme Asterix alle Olimpiadi».
E invece...
«Mi dicono che Christian non fosse contento del suo personaggio. Io il mio l’avrei aggiustato sulle mie misure, come del resto ho sempre fatto».
Così avremo due film di Natale, uno con lei (della Medusa) e un con De Sica...
«Ma il mio non c’entra niente con il Natale...».
E se lei la perdesse la battaglia di Natale?
«È probabile che io la perda, ma a me basta portare a casa quattro o cinque milioni di euro, sono sempre soldi che tolgo alla FilmMauro di Christian».
Non c’è il rischio che il suo pubblico resti deluso dal nuovo corso?
«Non penso. È un un bel film alla Disney. Adatto a tutti».
Senza parolacce non è un vero cinepanettone...
«Non voglio più sentirla quella parola, cinepanettone».
Quindi, a quando il ritorno con Christian?
«Lui ha un contratto di cinque anni, io di quattro».
Allora, riunione nel 2010?
«Può darsi, non lo escludo».
Buone vacanze...
«Macché vacanze, adesso vado a girare a San Francisco».