Mastella critica Berlusconi solo per convenienza

Gentile dottor Lussana, ho visto al Porto Lotti alla Spezia la sua intervista al ministro Scajola, nella quale si è parlato di Politica con la maiuscola. Poi sono venuto al teatro Carlo Felice di Genova e ho ascoltato un vero Politico e comunicatore che ci ha fatto capire cosa ha fatto questo governo e cosa può continuare a fare, evitandoci un menù quotidiano a base di «tasse e mortadella». Ora ascolto Mastella dire che non c’è democrazia perché i quotidiani sono di Berlusconi (Corriere della sera, Stampa, Sole 24 ore, Repubblica?), e anche le tv (i recenti episodi lo confermano?). Cosa direbbe oggi Mastella se Prodi non gli avesse garantito poltrone?