Comunali, a Benevento Mastella e Del Vecchio testa a testa

L'ex ministro della Giustizia e il vicesindaco uscente raccolgono entrambi il 33,65% dei voti

A Benevento il confronto tra i candidati sindaco è serratissimo. Mancano poche sezioni al termine dello scrutinio, ma è già certo il ballottaggio tra Clemente Mastella, appoggiato dal centrodestra, e Raffaele Del Vecchio, candidato del centrosinistra. Entrambi hanno ottenuto il 33,65% dei consensi, a dividerli una manciata di voti. Indietro la candidata del Movimento 5 Stelle, Marianna Farese, che ha raccolto il 12,18% dei voti.

Del Vecchio dunque non riesce a trascinare la sua coalizione di 7 liste, che raccoglie oltre il 46% dei voti e che al di là del risultato del turno di ballottaggio sarà comunque maggioranza in consiglio comunale. Mastella al secondo turno cercherà di convincere gli elettori di centrodestra che nel primo turno si sono riversati su Gianfranco Ucci (5,15%) e Raffaele Tibaldi (3,81%)

I commenti dei candidati

"Comunque vada, ho vinto la mia battaglia politica" ha commentato a caldo Mastella, ricordando poi i sondaggi che lo davano indietro rispetto agli avversari. Raffaele Del Vecchio invece, lancia già la sfida al suo avversario. "Non vedo l'ora di confrontarmi faccia a faccia con Mastella - dice - con sette candidati a sindaco gli è stato possibile sottrarsi al confronto; ora siamo soltanto in due e dovrà per forza confrontarsi, non sui nomi e sulle storie, ma sul presente e sul futuro dela città".

I risultati

All'interno della coalizione che sostiene Mastella, La lista civica "Lista Mastella" ha ottenuto l'11,29 percento, "Noi Sanniti per Mastella" l'8,89 percento, Forza Italia ha ottenuto il 5,86 percento e l'Unione di Centro il 3,74. Per quanto riguarda quella di centrosinistra, il PD ha ottenuto il 17,41 percento dei voti, l'Italia dei Valori il 3,02.

Tra le cinque liste civiche che appoggiavano Del Vecchio, "Del Vecchio Sindaco" ha ottenuto il 7,86 percento dei voti, "Lealtà per Benevento" il 6,05, "Benevento Popolare" il 5,88, "Alleanza Riformista" il 5,46 e "Dalla Parte Giusta" l'1,52 percento.