Mastella fa 62 anni e «tradisce» Ceppaloni La festa sarà a Roma

Questa volta non festeggerà a Ceppaloni, come l’anno scorso. Sì, perché il sessantaduesimo compleanno di Clemente Mastella, oggi, cade giusto nel giorno di avvio del Consiglio nazionale dell’Udeur, in programma allo Spazio Etoile di San Lorenzo in Lucina. Compleanno in famiglia, dunque, per l’ex ministro di Giustizia, ma a Roma, in modo da poter rispettare l’appuntamento con la kermesse del partito del Campanile, la sua creatura. Con lui, a festeggiare e a soffiare sulle candeline, naturalmente, la famiglia, a cominciare dalla moglie Sandra Lonardo, presidente del Consiglio regionale campano. Sessantadue anni intensi, quelli di Mastella. Trascorsi sin dalla gioventù nell’agone politico, prima nella Democrazia cristiana, come «delfino» di Ciriaco De Mita, quindi dopo il tramonto dello scudocrociato in partiti di ispirazione cattolica, sino alla fondazione qualche anno fa dell’Udeur.