Mastella, risoluzione di Forza Italia: "Prodi deve pronunciarsi in aula"

&quot;Il premier deve prendere posizione: sta con le parole pronunciate dall'ex Guardasigilli in aula oppure no?&quot;. Tranello per la maggioranza che si presenta divisa al dibattito sulla giustizia previsto per domani alla Camera. Ma An dice no: &quot;La nostra posizione è un'altra&quot;. <strong><a href="/a.pic1?ID=235647" target="_blank">E mercoledì si vota sulla sfiducia a Pecoraro</a></strong>: tensione a sinistra

Roma - Giornata delicata domani alla Camera. Per il governo e per il premier Romano Prodi. In vista del dibattito sulla giustizia, il gruppo di Forza Italia ha presentato a Montecitorio una risoluzione con la quale si approvano le dichiarazioni rese in aula, la scorsa settimana, dall’ex ministro Clemente Mastella. "Crediamo utile - afferma Elio Vito, presidente dei deputati di Forza Italia - che il presidente Prodi si pronunci senza ambiguità sulle dichiarazioni di Mastella, esprimendo in aula il suo parere sulla nostra risoluzione: favorevole o contrario. È un elemento indispensabile di chiarezza". Forza Italia ha chiesto a tutti i capigruppo del centrodestra di sottoscrivere la risoluzione. E' un'altra mossa del centrodestra per aprire una falla decisiva nella maggioranza che si presenta all'appuntamento divisa e che solo 24 ore dopo dovrà affrontare l'altro scoglio: il voto al Senato sulla mozione di sfiducia presentata sempre dalla Cdl nei confronti del ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio.

Il no di An Alleanza Nazionale non sottoscrive la risoluzione presentata dal gruppo di Fi alla Camera in vista del dibattito di domani sulla giustizia. Lo dice il capogruppo alla Camera di An, Ignazio La Russa, annunciando che il partito di Gianfranco Fini presenterà una "sua risoluzione sul merito. Stiamo preparando una nostra risoluzione - dice La Russa, contattato telefonicamente - e non capiamo le ragioni del documento presentato da Fi. An come è noto - continua - ha una sua sensibilità sui temi della giustizia che, per vari aspetti, si differenzia da quella di altri, anche tra gli alleati. Senza polemica - prosegue La Russa - dico che non condividiamo la risoluzione presentata da Elio Vito e naturalmente, se si dovesse votare, non l’appoggeremo".