Matarrese ai tifosi del Napoli «Calmatevi o porte chiuse»

Napoli. «Attenzione: una parte esigua della tifoseria azzurra rischia di compromettere in modo grave le aspirazioni del Napoli. La squadra, se il comportamento dei tifosi, in casa così come in trasferta, non cambia, potrebbe essere condannata dal giudice sportivo a giocare un certo numero di partite a porte chiuse». L'avvertimento è venuto direttamente ieri dal presidente della Lega calcio Antonio Matarrese che ha reso noto di aver discusso della questione con il prefetto di Napoli, Giuseppe Pecoraro, e col presidente dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, Francesco Tagliente. «Si tratta di una situazione molto difficile - ha aggiunto Matarrese - che preoccupa molto le forze dell'ordine non più intenzionate a tollerare disordini sistematici». «La situazione quindi è al limite della tolleranza, anche per quanto riguarda l'aspetto sportivo perché il giudice, dopo le ripetute multe, comminerà la sanzione di giocare le gare a porte chiuse». «Questi pochi pseudo-tifosi - ha sottolineato Matarrese - stanno facendo un danno enorme al Napoli, al calcio tutto e a loro stessi e, insieme a me e al presidente De Laurentiis, sono preoccupati tutti i presidenti delle società di B».