Matematica: per una volta i conti tornano

«Forse anche in conseguenza della sollevazione che ci fu l’anno scorso su prove di matematica inutilmente astruse, le prove di quest’anno sono apparse più equilibrate. È il giudizio dell’Associazione nazionale insegnanti di matematica sulla seconda prova scritta al liceo scientifico: «Mancano tuttavia ancora problemi più standardizzati, che permetterebbero di distinguere maggiormente tra livelli di sufficienza e livelli di preparazione ottima, e risulta una certa prevalenza della geometria rispetto all’analisi che è oggetto specifico di studio nell’ultimo anno». «Rimane inoltre l’assurda e unica situazione italiana di programmi che risalgono al 1923, di prassi che non corrispondono ai programmi, di mancanza di quadri di riferimento per gli studenti e dell’assoluta mancanza di criteri generali per la correzione e la valutazione», conclude la nota.