Materazzi e Zidane faranno pace da Mandela

Ci si è messo d’impegno anche il gran capo Joseph Blatter. Pure lui affaccendato in quella che sta diventando una questione di Stato. Perché Marco Materazzi e Zinedine Zidane si devono rappacificare. A tutti i costi. «Ci stiamo lavorando», ha confermato ieri a Berlino il numero uno della Fifa. «Vogliamo mettere la parola fine a questa vicenda. È stato già troppo triste vedere un Mondiale chiuso con un cartellino rosso». Resta da capire se l’intervento di Blatter riuscirà a convincere i due, finora piuttosto restii. I bene informati dicono che l’incontro potrebbe avvenire e potrebbe svolgersi a Robben Island, in Sud Africa. È una città simbolo, la stessa in cui Nelson Mandela ha trascorso 27 anni in prigione durante gli anni oscuri dell’apartheid. Ora potrebbe diventare il teatro di un evento infinitamente meno significativo, anche se i vertici del calcio mondiale non sembrano pensarla così.