Materazzi super Pizarro delude Figo sfortunato

INTER
JULIO CESAR 6. Gli scozzesi non sono gran cosa, ma gli tocca tenere gli occhi aperti per evitare che piccole crepe diventino voragini.
CORDOBA 6. Lovenkrands lo mette presto nei guai. Rimedia una figura da dilettante. Molto impreciso negli appoggi. Con il passare del tempo trova riscatto e una miglior sintonia difensiva.
SAMUEL 6. Prso è l’unico attaccante ad origine controllata: bloccato quello, il resto diventa ordinaria amministrazione. Non combina guai, ma neppure esalta.
MATERAZZI 6,5. Un uomo chiamato martello quando si tratta di colpire di testa. Sbaglia poco, toglie ambizioni a Prso con il quale ingaggia duelli al limite del codice. Ogni tanto si sente un Beckenbauer: gran lanci. Meglio lasciar perdere.
WOME 4,5. Gioca da stordito. Sulla sua fascia gli scozzesi trovano facile via libera. Palla al piede finisce sempre nelle sabbie mobili. Il pallone è un oggetto ostile ai suoi piedi.
FIGO 6,5. Concede le poche raffinatezze tecniche della partita. Cerca di far segnare Martins. Prova lui, ma non ha la fortuna di Ibrahimovic contro il Rapid. Molla un po’ nella ripresa. (Dal 30’ st ZE MARIA sv).
PIZARRO 5,5. Ha perso un poco di sicurezza. Gioca senza incidere. Sembra perduto nei silenzi di San Siro. Costruisce gioco prevedibile. E quando tenta il lancio dimostra che non è cosa sua. Segna il gol in comproprietà: uno dei pochi meriti.
CAMBIASSO 6. Se sta male non se ne accorge nessuno. Gioca sempre ma corre di più e meglio di quelli che riposano quasi sempre in panchina. Insostituibile.
SOLARI 4,5. Per un po’ crede di essere ancora in allenamento. Quando gli dicono che la partita è cominciata, inizia a correre e scavallare come un ronzino più che un purosangue. Sbaglia un gol da dilettante. Meglio lo abbiano visto in pochi. (Dal 39’ st KILY sv).
MARTINS 6,5. Segna un gol valido e glielo annullano. Alterna buone intuizioni alla solita confusione al potere. Ma è l’unico che mette il brivido agli scozzesi. (Dal 14’ st RECOBA 6. Serve due assist mal sfruttati).
CRUZ 5. Piede di gesso, mira da strabico. Ci prende poco, riesce perfino a far male al palo e agli interisti quando sbaglia il rigore. Impreciso ed anche un po’ abulico.
ALL.: MANCINI 6. Le riserve hanno fatto danno. Non sarà sempre colpa delle porte chiuse.
ARBITRO: VASSARAS 5. Non ci prende nelle decisioni che contano.
RANGERS
Waterreus 6, Ricksen 5, Rodriguez 5,5, Kyrgiakos 6,5, Bernard 5, Namouchi 5,5, Ferguson 6, Murray 6 (38’ st Nieto sv), Lovenkrands 5, Buffel 5 (33’ st Jeffers sv), Prso 5. All.: McLeish 6.