Materazzi vuole il Milan Moratti: «Non lo vendo»

«Mister, mi deve aiutare a rescindere il contratto, lei non mi fa giocare e io rischio di perdere il mondiale». Queste le parole che ieri mattina Marco Materazzi ha rivolto a Roberto Mancini. Un colloquio calmo, ma anche fermo e deciso da parte del giocatore che, vistosi messo in disparte dal tecnico che gli preferisce la coppia difensiva Cordoba-Samuel, vorrebbe lasciare l’Inter. La risposta di Mancini è stata un bell’allargare le braccia, mentre quella vera era già arrivata dal patron Massimo Moratti che, sulle voci di una possibile partenza di Materazzi, aveva replicato: «Sono voci assolutamente infondate, Materazzi non lo vendo». Il malumore del difensore interista covava da un po’ e a renderlo più acuto era stato l’infortunio patito a Glasgow in Champions e il lungo periodo di stop che aveva permesso a Mancini di consolidare la coppia Cordoba-Samuel e promuoverla titolare. Esiste però anche un problema contrattuale perchè Materazzi è legato all’Inter fino al giugno 2009 e il suo ingaggio di 1,8 milioni annuo è stato spalmato” fino ad allora. L’Inter, nel caso il contratto venisse rescisso, dovrebbe comportarsi come con Vieri: versare subito quasi 8 milioni. Una cifra che Moratti non è disposto a spendere anche perchè sa che alle spalle c’è il Milan che, in modo velato e garbato, ha fatto sapere a Materazzi che a Milanello troverebbe le porte spalancate e un posto sicuro di titolare. Ma Moratti non vuole ripetere gli errori fatti con Pirlo e Seedorf. Intanto l’Inter ha ceduto il greco Choutos (che era al Maiorca) alla Reggina.