Matrimonio tra musica e cinema Giorgio Gaslini celebra Antonioni

La notte fu il secondo dei tre film che Michelangelo Antonioni dedicò, fra il 1960 e il 1962, alle difficoltà dei rapporti umani. Per la colonna sonora scelse il quartetto di Giorgio Gaslini (allora con Eraldo Volontè, Alceo Guatelli, Ettore Ulivelli) dopo aver apprezzato, tramite Marcello Mastroianni protagonista del film, la musica del compositore milanese. Antonioni pose fine senza saperlo alla crisi del jazz nel cinema facendo addirittura suonare il quartetto nelle immagini della seconda parte de La notte, dove infatti è spesso visibile. Quell’episodio storico per il jazz italiano è stato riproposto al Teatro Dal Verme di Milano in uno splendido spettacolo, nel quale il Chamber Trio (Giorgio Gaslini, Roberto Bonati e Roberto Dani) mentre scorrevano sullo schermo sequenze scelte del film, ha eseguito in prima assoluta la suite Fonte Funda dedicata da Gaslini ad Antonioni. Nella seconda parte, con Roberto Luppi sassofoni, si sono riascoltati i dieci brani del film in versione attuale.