Matrix, due gialli da fesso Ibra-Cruz serata storta

INTER
6 JULIO CESAR. Ha sentito fischiare vento di bufera, Torres è stato un incubo. Alla lunga Kuyt e Gerrard lo hanno steso.
6 MAICON. Gioca con la testa del comprimario difensivo: molto solido, quasi un muro ma non azzarda altro. Ci vorrebbe un po’ di spinta: non la trova e non la cerca. Alla fine mette piede nel gol del Liverpool.
7,5 CORDOBA. Ha messo la calamita giusta. Non c’è palla o avversario che non sia stato ipnotizzato. Serata ideale per il suo disperato gioco difensivo vecchio stile: vedi alla voce Burgnich, Gentile e soci. Talvolta superlativo. Poi lo stellone lo abbandona brutalmente e si fa male. (Dal 30’ st Burdisso SV).
5 MATERAZZI. Ha rimediato due ammonizioni da fesso e salutato la compagnia dopo 30 minuti. Poteva cascare sulla prima, non doveva cascarci sulla seconda.
6 CHIVU. Ammonito troppo presto e per un fallo stupido. Inizio molto timido. Più solido e credibile quando gioca al centro della difesa.
6,5 ZANETTI. Partita da trincea. Faticoso tener botta agli inglesi con compagni che troppo spesso stavano a guardare. Cavallino mai domo nei momenti difficili. Ogni tanto ha fatto vedere saggi di bel calcio, magari sprecati dalla solita dimenticanza: passare in fretta la palla.
6,5 CAMBIASSO. Divagante su sentieri ostili. Ci ha messo troppo a cambiare passo e ad interpretare la partita con più personalità e giocate da leader.
5 STANKOVIC. Trottola che non sa dove fermarsi: corre tanto e a vanvera. Un po’ spaesato, non ha trovato né posizione, né giocate con le quali far male. E i suoi avversari ne hanno approfittato.
5 MAXWELL. Inizio da centrocampista, ma dalla sua parte il Liverpool ha trovato burro. Mai incisivo come voleva la sua chiamata a centrocampo. Troppo molle nella fase difensiva. Non trovava mai l’uomo da marcare.
5,5 IBRAHIMOVIC. Ha annaspato a caccia di palloni che non arrivavano. Mai capace di far prevalere la sua prepotenza fisica.
5 CRUZ. Serata di luna storta: lontano da gioco, giocate, illuminazioni ed anche semplici aiuti alla squadra in difficoltà.
(Dal 10’ st VIEIRA 5,5. Rischia tanto con un intervento su Gerrard. Regala solidità ed esperienza. Lumacone, ma non si poteva pretendere di più).

ALL. MANCINI 6. Ancora una volta la squadra parte male. Poi, in dieci, tutto è più difficile. Voleva giocare con una sola punta, forse era meglio farlo subito.

LIVERPOOL
Reina 6, Finnan 6,5, Carragher 6, Hyypia 7, Aurelio 5,5, Gerrard 8, Mascherano 6, Lucas Leiva 5,5 (dal 19’ st Crouch 6), Babel 6,5 (dal 260’ st Pennant 7), Kuyt 7,5, Torres 6,5. All. Benitez 7.


Arbitro: De Bleeckere 6. Ammonisce senza pietà e secondo regolamento per falletti minimi: capito il metro bisogna adeguarsi. Chiude un occhio su un intervento di Vieira.