Mattarella: "La Resistenza è fondamento etico dell'Italia"

Il Presidente della Repubblica omaggia i caduti all'Altare della Patria. Poi è andato a Milano per le celebrazioni

È iniziata presto la giornata per il 70esimo anniversario dalla Liberazione per Matteo Renzi e Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato e il premier si sono recati questa mattina all'Altare della Patria a Roma per un omaggio ai caduti con la deposizione di una corona d'alloro.

"Non molliamo, non molliamo", ha detto Matteo Renzi a chi lo salutava in piazza Venezia. Il premier, arrivato qualche minuto prima di Mattarella, si è intrattenuto per alcuni minuti con le alcune decine di curiosi. Ha stretto mani, scambiato battute, ricevuto applausi e scattato qualche foto ricordo coi suoi "fan".

Ben più sobrio l'atteggiamento di Sergio Mattarella, che è poi andato a Milano per le celebrazioni della giornata. "La rivolta morale del nostro popolo contro gli errori della guerra, contro le violenze disumane del nazifascismo, contro l’oppressione di un sistema autoritario non è esercizio da affidare saltuariamente alla memoria. Stiamo parlando del fondamento etico della nostra nazione", ha detto il presidente.

Commenti

moshe

Sab, 25/04/2015 - 13:29

Si potrebbe parlare di liberazione se fossimo stati liberati dal komunismo e dai komunisti.

Linucs

Sab, 25/04/2015 - 13:29

Oggi, per ricordare un'importante giornata di Democrazia e Libertà, due personaggi eletti da nessuno faranno un discorso che verrà giustamente ignorato dai più, ma ripreso dalla stampa come miracoloso.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 25/04/2015 - 13:35

Caspiterina, che bel fondamento etico. Mattarella si rende conto dove ci ha condotto l'etica dei 'bella ciao'?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 25/04/2015 - 13:35

Piove e i tromboni sono pieni.

moshe

Sab, 25/04/2015 - 13:38

"Non molliamo, non molliamo" ..... ..... ..... finchè l'Italia non sarà diventata un immenso campo "profughi" che vivranno succhiando il sangue dei poveri italiani che ancora avranno un lavoro, NON MOLLEREMO!!! ..... Lurido bast....!!!

moshe

Sab, 25/04/2015 - 13:48

Parla di fondamento etico della nostra nazione ... secondo lui, questa invasione barbara del nostro paese è etica? si rende conto di quel che dice? E' proprio vero, alla disgrazia non c'è mai fine.

tatoscky

Sab, 25/04/2015 - 13:50

Per favore, fate tacere l'ebetino di Firenze , infanga ogni cosa.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/04/2015 - 13:57

Ecco spiegato da mattarella perchè l'Italia è finita per affondare! Se il suo fondamento etico era il tradimento e l'alleanza con i nemici era inevitabile che di valori, che la tenessero su, era un pò difficile trovarne. Mangiatisi e distrutti i valori precedenti, sono rimaste solo le macerie e i morti su cui festeggiano il loro potere.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Sab, 25/04/2015 - 13:57

Se avessi voce, che non ho, direi al Presidente Mattarella che, accanto a quello rappresentato dalla Resistenza, un altro fondamento etico, di ben maggiore portata, è, o meglio dovrebbe essere la volontà dimostrata dalle competenti autorità nella lotta contro la Strage degli Innocenti, i morti per Cardiovascolopatia, Diabete Mellito tipo 2 e Cancro, oggi attuabile senza spesa.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/04/2015 - 13:59

Tradire e allearsi con i nemici sarebbe il fondamento etico dell'Italia? Ho appreso qualche cosa di nuovo!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 25/04/2015 - 14:02

Festeggio l'anniversario della liberazione dell'Italia ringraziando esclusivamente le forze statunitensi e britanniche. Molti dei partigiani ahimè, erano degli accaniti fascisti che cambiarono parte non appena si accorsero che le cose per loro si stavano mettendo male, caso tipico Pietro Ingrao da assiduo fascista sin dall'università a comunista radicale, guarda caso nel 1942. Oggi i compagni di sinistra, discendenti partigiani si comportano alla stessa maniera cambiando partito ed ideologia a secondo da dove tira il vento

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 25/04/2015 - 14:03

La liberazione l'hanno fatta gli americani con migliaia di morti e adesso invisi da quelli che hanno liberato.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 25/04/2015 - 14:05

"Fondamento etico della nostra nazione": giustissimo, in quanto tradire, vendicarsi, epurare, spargere risentimento, mettere bombe e scappare, dimenticare, voltarsi dall'altra parte, rubare sapendo di farla franca, magari essere sporadicamente eroi sarà pure (anzi lo è) fondamento etico della Repubblica Italiana ma non certo fondamento religioso e culturale dell'Italia, che viene da molto più lontano, da Dante e dai Romani (per tacer della Chiesa). Ed è per quello che veniamo considerati con un qualche minimo di riconoscenza nel mondo! I classici 'nani sulle spalle dei giganti'! Altro che il penoso 'tavolo europeo' con Renzi o la somma strafottenza e mancanza di riconoscenza della marmaglia degli sbarcati!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/04/2015 - 14:07

Quali furono le ultime parole di Francesco Ferrucci prima di essere assassinato? Ah! Adesso mi ricordo: "Vile, tu uccidi un uomo morto!»

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/04/2015 - 14:09

Quali furono le ultime parole di Francesco Ferrucci prima di essere assassinato? Ah! Adesso mi ricordo: "Vile, tu uccidi un uomo morto!». Questi addirittura li vanno a riesumare dalle tombe per poterli uccidere di nuovo! Maramaldo era un dilettante al loro confronto!

ludovik

Sab, 25/04/2015 - 14:11

grazie da parte di tutti gli italiani ai partigiani ed ai valori divenuti principi della nostra democrazia. peccato che troppo spesso vengano utilizzati in modo indegno dai nostri politici nessuno escluso

giovanni PERINCIOLO

Sab, 25/04/2015 - 14:12

"Fondamento etico della nostra nazione"??? Siamo seri quelli di bella ciao sono coloro che hanno fatto tutto il possibile per far transitare l'Italia dalle "violenze disumane del nazifascismo" alle violenze dieci volte più disumane del comunismo! Chi ci ha liberato non é il popolo di bella ciao, chi ci ha liberato sono gli alleati e le forze militari italiane ribellatesi ai tedeschi, sono i partigiani delle brigate "bianche" non gli adoratori di un'altra dittatura più feroce e disumana come storicamente é quella del comunismo!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 25/04/2015 - 14:14

Renzie, non fai neanche più ridere, sei solo patetico!

anna.53

Sab, 25/04/2015 - 14:17

Senza mai ricordare i "partigiani dell'ultima ora" modello Bocca e gli antifascisti voltagabbana che prima affollavano le piazze del duce, senza mai ricordare gli assassinati dei "partigiani rossi" ( anche nel post bellico , assassinati molti innocenti !) ; senza parlare del ruolo svolto dagli americani ; depurato da tutto ciò , sì, Mattarella molto c'è anche da salvare delle figure di molti partigiani eroi della resistenza : ci furono , lo sappiamo tanti italiani e tanti giovani che si immolarono per la Libertà. Festeggio , ma senza dimenticare "il tutto"; basta con la retorica.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/04/2015 - 14:29

"I fascistic in italia sono di due categoriie: I fascisti e gli antifascisti" cit. ennio flaiano

Holmert

Sab, 25/04/2015 - 14:31

Il primo che cominciò con la retorica della resistenza fu Saragat, tanto che i romani lo chiamavano Peppe l'elettricista. Dopo di lui, Pertini, Ciampi etc. etc. Tanto che oggi più che festa della liberazione, bisogna parlare di festa della resistenza. La resistenza qua, la resistenza la.. Io mi chiedo: ma la linea Gustav chi l'ha sfondata la resistenza? Dopo lo sbarco ad Anzio ed a Salerno accorsero alcuni mesi agli alleati, con il sacrificio di migliaia di morti, per sfondare. E la linea Gotica, chi l'ha sfondata ,la resistenza? Io non dico, ma almeno due parole di ringraziamento a quei soldati americani che diedero la vita per liberare l'Italia, le vogliamo dire? Una corona di fiori almeno il 25 aprile la vogliamo deporre ai tanti cimiteri alleati in Italia? E noi? La resistenza, la resistenza, la resistenza; non che io sia contro, ma un po' di decenza non guasterebbe. Diciamola tutta, o no?

giseppe48

Sab, 25/04/2015 - 14:33

Quanti soldi e tempo perso per niente

Beaufou

Sab, 25/04/2015 - 14:35

"Stiamo parlando del fondamento etico della nostra nazione", ha detto il presidente. E bravo il presidente taciturno. Già che c'era, poteva risparmiarsi anche questa: è una delle frasi più retoriche io abbia mai sentito, oltre a non voler dire assolutamente nulla. Già, perché il "fondamento etico della nostra nazione", caso mai, sta altrove e non ha nulla a che vedere con la cosiddetta Liberazione. Anche per una questione cronologica, se non si vuol guardare ad altro. Oppure l'Italia l'hanno fatta gli americani e i partigiani? Ma mi faccia il piacere, taciturno!

coccolino

Sab, 25/04/2015 - 14:38

NON ACCETTO CHE UN renzi, MAI ELETTO, MA SOLO NOMINATO, MI VENGA A PARLARE DI LIBERTA' E ANTIFASCISMO.....

ineluttabile

Sab, 25/04/2015 - 14:58

Ogni volta che c'è il 25 Aprile le stesse medesime polemiche. La mia riflessione: purtoppo in Italia non esiste una destra liberale moderata che riesce a fare autocritica, che non sia schiava di Comunione Liberazione o di affaristi tipo Silvio. Ci meritiamo renzi per altri vent'anni

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 25/04/2015 - 15:03

l'antifascismo non e' un moloch,vi sono diverse anime che lo hanno composto,e se e' innegabile che la fazione e la parte social-comunista e' stata predominante,e' altrettanto vero che non e' la sola.Dai cattolici ai liberali,dagli azionisti ai repubblicani,altre idee ed altri uomini sono stati altrettanto importanti per sconfiggere la dittatura violente e nefasta dei caporaletti fascisti e costruire la Repubblica Italiana.Oggi e' la giornata in cui ogni italiano libero festeggia la liberta' del suo paese da quell'orrore nero e vile che e' costato poverta',illiberalismo,guerra e morte.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 25/04/2015 - 15:11

Io la penso esattamente al contrario di quanto va dicendo il vostro presidente, che rispetto, ma che così non riconosco come mio. Il Presidente della Repubblica, a 70 anni dalla fine della guerra, mondiale e fratricida, a mio modesto avviso dovrebbe evitare di rinfocolare motivi di discordia, da dimenticare, non da esaltare e rinnovare anno per anno, così continuando una spaccatura del paese che ormai non ha senso, almeno con riguardo alle nuove generazioni, compresa quella dello stesso Renzi. Non discuto i valori della resistenza, oggi prevalenti. Però la distinzione da lui fatta ieri fra figli e figliastri non va bene, nuoce ad un paese che non è più nostro e dovrebbe essere nei nostri figli, sempre che la marciante invasione islamica non glielo tolga.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 25/04/2015 - 15:20

Certamente non spetta certo a me dettare l'agenda al Quirinale, però vorrei sentire la sua voce su problemi attuali, concreti, tangibili, cominciando dal costo abnorme della sua reggia (o meglio delle sue tre regge) con relativa radicale diminuzione del personale. Il nostro P/te costa 450 milioni all'anno, in costante crescita, mentre il presidente della Germania pare che costi meno di 20 milioni. Non ci basta vederlo volare con aerei di linea o spostarsi in tram. Ci mandi qualche messaggio più consistente, vicino alle esigenze di una gioventù dimenticata.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 25/04/2015 - 15:23

ineluttabilequelli delle foibe carsiche erano tutti fascisti? i sacerdoti crocifissi con la croce di sant'andrea erano tutti fascisti? Mussolini,direttore de "L'Avanti",era un parlamentare socialista non un marziano arrivato dallo spazio.ineluttabile quand'è che la sinistra farà autocritica?

Roberto Casnati

Sab, 25/04/2015 - 15:29

Retoriche idiozie!

Roberto Casnati

Sab, 25/04/2015 - 15:30

Per fortuna che i giovani non credono più a certe idiozie!

jeanlage

Sab, 25/04/2015 - 15:31

La vera emergenza istituzionale italiana è l'elezione di un capo sello Stato. Italo Calvino avrebbe definito il signo Sergio Mattarella "il presidente che non c'è ". Infatti quando apre bocca sciorina pensierini stantii e decotti come quella che ci ha propinato sulla Resistenza

Ettore41

Sab, 25/04/2015 - 15:41

In questo giorno funesto, in cui si cerca di stravolgere la Storia facendo credere alle nuove generazioni che i cosiddetti partigiani (che scendevano dale montagne dopo che gli eserciti alleati avevano occupato il suolo patrio per compiere le nefandezze piu' efferate)abbiano liberato l'Italia, vorrei ricordare alla Boldrini, Mattarella ed a tutti i sinistri, che l'Italia e' stata liberata dale truppe di invasione Angloamericane e che grazie a Churchill ed a Roosvelt con il trattato di Yalta l'Italia fu strappata dalle grinfie Sovietiche a cui queste persone, che oggi la Boldrini elogia, avrebbero voluto consegnare.

Giorgio5819

Sab, 25/04/2015 - 15:50

Etica? Da parte dei comunisti ? Impossibile, i due termini sono in palese conflitto.

coccolino

Sab, 25/04/2015 - 15:57

renzi mi ricorda qualcuno che diceva: "VINCERE !!!...E VINCEREMO !!!"..........

Edu

Sab, 25/04/2015 - 16:28

Ci mancava anche il Presidente Mattarella : che il fondamento etico dell'Italia sia la resistenza (tra l'altro lui si riferisce sicuramente alla resistenza di sinistra come è d'uopo...) è una opinione personale tutta da dimostrare a meno che anchello.. non si rifaccia al solito stereotipo che il bene è a sinistra. Se proprio volessimo dare una paternità allora guarderei meglio ai valori e ai sacrifici della prima guerra mondiale di cui tra l'altro dovremmo rievocare il centenario dell'inizio...ma non fa tendenza....

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 25/04/2015 - 16:41

LA RESISTENZA, UNA BUFFONATA CHE FESTEGGIANO I COMUNISTI.

VittorioMar

Sab, 25/04/2015 - 16:58

Per la democrazia forse,ma non per il rispetto reciproco e il rispetto per l'avversario considerato nemico.

eternoamore

Sab, 25/04/2015 - 17:03

BASTA MATTARELLA CON LA LIBERAZIONE,

yulbrynner

Sab, 25/04/2015 - 17:06

lanzi la buffonata e' stato il regime fascista con 450.000 morti e il paese ridotto in miseria, vorresti il fascismo la gente che muore di fame e una bella guerra da perdere con debiti che ancora oggi paghiamo?? se avessi la macchian del tempo ti farei tornare volentieri a quei tempi, poi son certo m'imploreresti di tornare caro il mio maurizio

Ritratto di RENZI

RENZI

Sab, 25/04/2015 - 17:09

Agrippina , compagna , mentre leggevo quello che hai scritto, dalla finestra di casa mia proprio di fronte, guardo ha pochi metri un mastodontico edificio su tre piani che e' poi l'unica scuola del mio paese, costruita nel 1933 , e' perfetta , sembra fatta ieri dal PD....

ineluttabile

Sab, 25/04/2015 - 17:11

bingo bongo.. fascismo e comunismo sono state dittature orrende, lager e gulag sono stati la stessa cosa. Siamo noi ridicoli a parlare ancora di rossi contro neri. Nè la sinistra nè la destra hanno fatto tutt'ora autocritica. In Italia se la libertà esiste è perchè fortunatamente Mussolini è stato sconfitto. I partigiani erano in parte comunisti, ma anche cattolici, repubblicani, azionisti, liberali. La resistenza è la costituzione sono le uniche cose belle dell'Italia. Altrimenti avremmo ancora elezioni con 20 partiti, peccato tutti scelti da Mussolini. Sarebbe bellissimo

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 25/04/2015 - 17:36

25 APRILE, FESTA DELL'IPOCRISIA.....Mattarella l'ha definita la festa di tutti gli italiani, niente di più sbagliato, bisognerebbe chiedere ai famigliari dei trucidati dai bella ciao nel triangolo rosso e altre località in nome del partito comunista se la pensano come Mattarella. Purtroppo come sempre la sinistra sfugge alla verità criminale... come per esempio le foibe che furono cancellate dalla storia

titina

Sab, 25/04/2015 - 17:37

x moshe.Cominciamo a liberarci delle persone che non rispettano la legge.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 25/04/2015 - 17:40

la festa della liberazione potra' essere celebrata solo quando ci saremo liberati dei comunisti e di tutta la sinistra sfascista che sta distruggendo questo paese ormai privo di orgoglio nazionale.

Edu

Sab, 25/04/2015 - 17:53

approssimandosi il vespro, anche quest'anno le varie rievocazioni della resistenza sono o stanno per finire, finalmente, parafrasando una battuta di Riccardo Garrone, riferita alla fine delle feste di Natale nel film "Vacanze di Natale", potremmo dire "finalmente ce le siamo tolte dalle p...e". La libertà è anche non dover subire ogni anno queste inutili rievocazioni della "liberazione" a senso unico.......

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/04/2015 - 18:00

buffonata continua

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 25/04/2015 - 18:02

buffonata continua, dello stesso valore del festival di sanremo. entrambe celebrate con cadenza annuale.

Ritratto di laura rizzi

laura rizzi

Sab, 25/04/2015 - 18:19

Dato che Mattarella è andato a Milano a festeggiare la Resistenza perchè non è passato anche al Musocco a visitare le tombe del Magg, Adriano Visconti e del sottotenente Valerio Stefanini? L'assassinio di questi due uomini sono il capolavoro dei suoi partigiani della Resistenza!!!! Vietato farlo sapere alle nuove generazioni !!!

gianrico45

Sab, 25/04/2015 - 18:28

State calmi sono solo gli ultimi rantoli del fallimento più grande della storia.Si attaccano al passato perché non hanno né presente e né futuro.

Luci60

Sab, 25/04/2015 - 18:41

spero che tra qualche settimana si possa festeggiare una nuova liberazione:quella di tutta la gentaglia che ci sta invadendo.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/04/2015 - 19:14

Mattarella è andato a Milano per festeggiare? Non avrà festeggiato anche a piazzale Loreto, visto che c'era? Un pò di vergogna, no?

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 25/04/2015 - 19:51

A parte il fatto che questo Pres. della Rep. sembra una mummia che cammina e t'induce, con quell'aria mesta, a toccarti le palle, mi piacerebbe sapere quale sarebbe il fondamento etico su cui si basa la resistenza: i GAP, Moranino, le Bande rosse, gli assassini? Altro che ricorrenza da celebrare, una vergogna da cancellare.

ammazzalupi

Sab, 25/04/2015 - 20:59

Ora ho capito perché il nostro Paese è un paese di M.ERDA!

Cirilla

Sab, 25/04/2015 - 23:22

Cirilla, Ucraina che il comunismo lo ha già provato,lo mette allo stesso livello del nazismo e ha votato contro ambedue. Perciò anche noi dobbiiamo PROVARE PER CREDERE? Intanto sentiamo come la prenderanno la EU e Obama tutti e due simpatizanti dei rossi. Forse Obama ci chiederà anche scusa per l'intervento americano decisivo per la nostra libertà di tutti questi anni.

rosalba cioli

Dom, 26/04/2015 - 09:07

stock47 sono perfettamente d'accordo, fino a quando questo "sistema etico" non sarà sepolto per noi italiani sarà difficile credere nella politica ed in particolare nella politica attuale.