Mattel ritira 18,6 milioni di giochi tossici

I giocattoli contengono magneti che possono essere ingeriti dai bambini e sono verniciati con pittura al piombo: 520mila i pezzi ritirati in Italia

Chicago - La Mattel ritira nuovi giocattoli prodotti in Cina dal mercato mondiale, più di 18 milioni, 9,5 milioni solo negli Stati Uniti. Il motivo? La maggior parte contiene magneti pericolosi se ingeriti. Ma anche per l'ormai lanciato allarme "vernice al piombo", come quella che ricopre circa 436mila Jeep Sarge, ispirate al personaggio del film di animazione "Cars" - 253mila negli Stati Uniti e 183mila nel resto del mondo. Lasceranno gli scaffali dei negozi per bambini anche 680mila Barbie, 350mila Batman e altri eroi. Mattel Italy ha già attivato un numero verde, 800 11 37 11, a cui i consumatori si possono rivolgere per tutte le informazioni sul ritiro dei prodotti interessati.

In Italia ritirati 520mila giochi Mattel Circa 30mila Jeep Serge del cartone Cars, su un totale globale di 436 mila, sono state ritirate volontariamente da Mattel Italia dopo che sono state riscontrati alti livelli di piombo nelle vernici utilizzate. È quanto ha spiegato il presidente della sede italiana del colosso dei giocattoli americano e vice presidente di Mattel Sud Est Europa, Medio Oriente e Africa, Emilio Petrone, secondo il quale nel nostro paese ammontano a 520 mila i prodotti dotati di magneti potenzialmente pericolosi, tra cui giocattoli di Batman e set di Barbie, per i quali è stato ugualmente disposto un richiamo volontario. La maggior parte di tali giocattoli, prodotti fino al 31 gennaio 2007, non è più in distribuzione presso i punti vendita. "Stiamo facendo una revisione straordinaria di tutti i prodotti - ha spiegato Petrone - e a seguito di questa abbiamo riscontrato prodotti non in linea con standard. Non sono a conoscenza della possibilità di ulteriori ritiri ma non posso neanche escluderli. La nostra prima priorità comunque è la sicurezza dei bambini e per questo è scattato il richiamo anche se fino a ora non abbiamo riscontrati problemi". Il primo richiamo di alcuni giocattoli Fisher-Price avvenuto all’inizio di agosto 2007 non aveva interessato il mercato italiano dove tali prodotti non erano stati distribuiti.

In Usa tre casi di lacerazione da magnete I magneti contenuti nei giocattoli Mattel ritirati dal mercato possono provocare lacerazioni, infezioni o blocchi intestinali e, in casi estremi, portare anche alla morte. Sono almeno tre i casi accertati di bambini - hanno reso noto in un comunicato congiunto Mattel e la Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti - che, dopo aver accidentalmente ingoiato più di un magnete, "hanno riportato lacerazioni intestinali, che hanno richiesto interventi chirurgici". Sono state più di 400 le segnalazioni di magneti staccatisi dai giocattoli, ricevute dalla Mattel nel periodo successivo al precedente ritiro.

Settimana scorsa ritirati 1,5 milioni di giochi Circa 1,5 milioni di giocattoli per bambini in età prescolare prodotti da Lida Toy Company, fabbrica cinese sotto contratto con l’unità della Mattel Fisher-Price, sono stati ritirati dal mercato mondiale la settimana scorsa dalla società americana. Si tratta del ritiro più consistente per la Mattel dal 1998, quando ritirò circa 10 milioni di veicoli Power Wheels prodotti da Fisher-Price. La notizia sta provocando un forte calo del titolo Mattel: attorno alle 16,15 italiane, infatti, perde il 3,39%, a 22,77 dollari, dopo aver toccato un minimo di 22,10 dollari.