Matteo ha vinto la sua sfida

Dallo show pre-elettorale del sindaco di Firenze spariscono simbolo e bandiere democrat. Colpiti a morte gli oligarchi del partito, ormai coalizzati contro di lui

Il punto politico essenziale, il cuore della proposta di Matteo Renzi non sta nel programma, che pure se­gna una rottura clamorosa rispetto alla linea neosocialista di Bersani, e neppure nel mood esplicitamente americano della convention di Verona che ieri lo ha lanciato nella lunga corsa verso Palazzo Chigi. La vera novità, la chiave per comprendere Renzi e immaginarne il futuro politico sta in una scelta grafica e scenografica apparentemente minore, e quasi casuale: nessun simbolo del Pd fa mostra di sé sui manifesti o sul camper, nessuna bandiera del Pd adorna il palco o la platea di Verona.

Il senso e le conseguenze di questa clamorosa omissione sono almeno due: Renzi ha scelto di impostare la sua campagna per le primarie non come un processo tutto interno al partito, più o meno burocratico e più o meno autoreferenziale, ma come la prima fase della sua campagna per Palazzo Chigi. Che, dunque, potrebbe procedere in ogni caso. La seconda conseguenza è che il Pd non c’è più. Il rottamatore l’ha già rottamato nei fatti e nei simboli, e con un colpo di gomma da cancellare ha archiviato un intero capitolo della storia politica recente. Renzi volta pagina, e bruscamente. Il suo orizzonte non è più il bipolarismo tribale che ha segnato la Seconda Repubblica, né l’eterno e stucchevole quiz sulle alleanze (con Vendola o con Casini o con tutti e due?),e neppure l’antica, e in Italia particolarmente insensata, distinzione fra «destra» e «sinistra».

Il mondo di Renzi è molto diverso da quello, integralmente novecentesco, di Bersani, dove un residuo id­eologico costringe a ripetere i rituali di sempre: nel mondo di Renzi sono «lavoratori» tanto gli operai quanto gli imprenditori, tanto i commercianti quanto gli artigiani; l’uguaglianza è sempre uguaglianza di opportunità, mai livellamento e cancellazione del merito;la modernità non è un terremoto maligno che distrugge i diritti ma un’opportunità che li moltiplica; libertà d’impresa,creatività individuale e solidarietà sociale non soltanto convivono, ma costituiscono le condizioni migliori per la crescita.

Accusare Renzi di essere «di destra », come a sinistra si fa sempre più spesso per esorcizzarne la novità, può servire a scaldare qualche militante ma manca completamente il bersaglio. In Italia esistono due sinistre, e i tentativi di farle governare insieme sono sempre miseramente falliti: di questo prese atto Veltroni andando alle elezioni senza Bertinotti. È dunque Bersani, stringendo l’alleanza con Vendola, a smentire clamorosamente la ragione sociale del Pd, non Renzi.

Nel programma che ieri il sindaco di Firenze ha pubblicato sul suo sito ci sono molte cose ragionevoli, altre scontate, altre ancora incompiute. Per esempio, manca ancora la consapevolezza che tasse e burocrazia sono il vero cancro del Paese, e che l’unica soluzione praticabile è una drastica riduzione della spesa pubblica e del perimetro dell’intervento statale nelle nostre vite. Ma l’impronta è chiara, e se è difficile trovare un’etichetta già pronta (lib-lab?riformisti? moderati? o magari liberali di sinistra?) è perché la scommessa di Renzi è costruire un nuovo schieramento libero dal ricatto delle minoranze organizzate (per esempio la Cgil e la Fiom) e aperto invece alla stragrande maggioranza degli italiani. Da qui l’invito agli elettori del Pdl delusi da Berlusconi, ma anche, naturalmente, ai tanti elettori del Pd delusi da Bersani.

È davvero difficile che il Pd resista ad un’onda d’urto così violenta. Non soltanto per la forza oggettiva delle posizioni di Renzi, ma anche, e forse soprattutto, per l’estrema fragilità di quel partito, sempre più somigliante ad un mobile antico popolato di tarli. Il segno più vistoso di questa debolezza è la decisione dell’intero gruppo dirigente di cancellare ogni distinzione per unirsi contro la minaccia dell’ outsider fiorentino. Dalemiani e veltroniani, lettiani e bindiani, vecchie cariatidi e giovani turchi, fra loro divisi sul governo, sulla legge elettorale, sulle alleanze, sul sindacato, sulla politica economica, sui diritti civili e su pressoché ogni altro tema, sono oggi uniti come un sol uomo nel difendere Bersani. Ma è evidente che in questo modo non si fa molta strada. Quel poco di credibilità che ancora avevano, gli oligarchi del Pd se la sono giocata con questa grande ammucchiata dorotea. Non è detto che Renzi vinca la primarie, ma di certo Bersani le ha già perdute.

Annunci Google
Altri articoli
Commenti
Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 14/09/2012 - 09:00

renzi è l'ultimo tentativo in ordine di tempo della casta per dare l'impressione alla gente di cambiare affinchè nulla cambi...penso che renzi possa andare più che bene all'ormai amorfo partito dei parassiti della casta pdpdludc

Ritratto di Sal1846

Sal1846

Ven, 14/09/2012 - 09:31

Una macchina vecchia e scassata non correrà di più se cambia l'autista. Bisogna cambiare la macchina prima poi l'autista. Questo stato stato non è più in grado di funzionare com'è. Va cambiato ma nessuno ha il coraggio di farlo nè la possibilità di farlo. Purtroppo.

procto

Ven, 14/09/2012 - 09:49

Mi è antipatico, ma non è stupido e ha 37 anni. Solo per questo, lo voterei.

xgerico

Ven, 14/09/2012 - 09:50

Il Renzi, stranamente viene più "osannato" dal PDL che non dal PD?! Strano davvero!

bisesa dutt

Ven, 14/09/2012 - 09:53

renzi GRANDE POLITICO di destra! la sua proposta (???) politica serve a non prendere i voti dei delusi e astenuti di sinistra ma i voti dei delusi e astenuti di destra infatti sb non lancia alfano ma RENZINO

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Ven, 14/09/2012 - 10:09

farsi fregare da uno che ha la faccia che e' un mix fra vespa e pupo e da dementi

baldo1

Ven, 14/09/2012 - 10:16

Riondino, ma pensa al partito del fratello di chi ti paga per favore. Il pd, più che in rottamazione, è in movimento mentre il pdl è al palo, berlusconi latita e mentre il Paese cerca di trovare qualche soluzione, lui dal momento che non è al governo sparisce e se ne va in vacanza i Africa da Briatore! Bella coppia di un passato recente che è proprio il caso di cancellare. E Alfano dov'è? Che fa? Sta più in politica? Il Giornale dovrebbe preoccuparsi per le sorti di altri che allo stato attuale appaiono davvero impresentabili.

eri75

Ven, 14/09/2012 - 10:20

aliberti, sei un disco rotto... possibile che l'unico concetto che riesci a elaborare sia "M5S vs casta"? Il guru Grillo ha lavorato bene...

claudio faleri

Ven, 14/09/2012 - 10:24

bravo renzi spaccagli il c.............o alla lesbica della bindi e all'idiota di bersani

idleproc

Ven, 14/09/2012 - 10:38

E' semplicemente il nuovo modello di "politico" anglosassone globale in versione italiota.
Chiacchierone, inconsistente, privo di qualsiasi capacità di analisi politica autonoma e che vada oltre il narcisismo autogratificante  e adatto ad essere telepromosso a propaganda unificata e finto-differenziata come un detersivo. Una controfigura-manichino per dar una parvenza democratica alla gestione del potere reale da parte di chi conta veramente e non compare. Servono per raccattare voti per una minoranza totalmente priva di base sociale e che detta la linea da seguire.
Non sono né di destra né di sinistra servono solo a mistificare la realtà.
Ne trovi a due soldi la dozzina. E' da fessi schierarsi o litigare su personaggi del genere, chiunque li proponga. E' come schierarsi su di un "logo" inventato e telepromosso di carta igienica.
Dubito che riescano nell'operazione in una situazione in cui un popolo sta riappropriandosi della politica anche internazionale. Hanno difficoltà anche in US ove hanno lunga esperienza nella televendita.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 14/09/2012 - 10:41

eri75 - il m5s è nato per vincere la casta e cambiare radicalmente l'italia e non per partecipare al banchetto degli usurpatori della democrazia e dei referendum

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Ven, 14/09/2012 - 10:43

@eri75 ma lei pensa veramente che la gente sia cosi stupida da non capire?Il PD ha solo differenziato il prodotto con il solito teatrino dell'inimicizia. Fa finta di rottamarsi per prendere voti dei perenni allocchi italiani. Poi quando si va in parlamento si piazza Renzi, un paio di ministri giovani e per il resto tutto rimane come prima. Ci aveva provato pure il PdL con Alfano ma sono troppo stupidi per un operazione simile.

onurb

Ven, 14/09/2012 - 10:44

Anche a me piacciono Renzi e le cose che dice. Soprattutto mi piacerebbe che la politica italiana si confrontasse tra il PDL e un PD con le idee di Renzi. Ma sono vaccinato e so che chiunque andrà al governo sarà sempre sotto schiaffo di tutte le lobby che in Italia hanno preso la brutta abitudine di vivere alle spalle dello stato.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Ven, 14/09/2012 - 10:45

inutile , tanto le elezioni le vincono insieme grillo e di pietro. dopo di che le galere si riempiranno di bananas, nano maggiore per primo

no b.

Ven, 14/09/2012 - 10:56

ah adesso lo chiamate MATTEO solo perchè è contro il vecchio PD. Vermi, servi e ipocriti senza dignità alcuna

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 14/09/2012 - 11:07

ettore muty - egregio, Grillo non vince nulla in quanto nemmeno è candidabile...in quanto all'idv di dipietro mi risulta che faccia ancora parte a pieno titolo della casta

maumau65

Ven, 14/09/2012 - 11:07

Mi spiace ma è sempre un comunista di merda....

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Ven, 14/09/2012 - 11:09

ettore muty - egregio, Grillo non vince nulla in quanto nemmeno è candidabile...in quanto all'idv di dipietro mi risulta che faccia ancora parte a pieno titolo della casta...

Massimo Bocci

Ven, 14/09/2012 - 11:11

Il problema nella disgregazione di una PUSTOLA TUMORALE COMUNISTA, sono le singole cellule, che chi s’à dove andranno ad INFETTARE, meglio che la digregazione sarebbe meglio una DRASTICA ESPORTAZIONE (Cuba??, Venezuela?? Corea del Nord??) Scelgano un po’ loro, per noi Italiani VERI l’importante E’, che smettano di RUBARE e FARE D’ANNI, IRREPARABILI COME l’EURO, BASTA CON QUESTI LADRI!!!!

asterix701177

Ven, 14/09/2012 - 11:11

Non è un fesso… sta facendo quello che fece Berlusconi ,cavalcando il malcontento e la disaffezione politica del popolo ,da l’impressione che non gli interessi pd o pdl ( per me pari sono).Credo che se riuscirà a sopravvivere dalla guerra che gli stanno facendo i suoi capi… ne vedremo delle belle.

maumau65

Ven, 14/09/2012 - 11:12

Caro no b. quando inneggiavate chiunque contro berlusconi...troie,magistrati infami,pentiti dimafia andava tutto bene....noi appoggiamo un comunista di merda meno puzzoso che possa rompervi le palle

Amelia Tersigni

Ven, 14/09/2012 - 11:16

Da qui alle elezioni ne vedremo ancora... delle belle. Beh! sarà una distrazione per non farci pensare ai...salassi...monetari giornalieri !!.

anna tomasi

Ven, 14/09/2012 - 11:24

Per no b. - verme, servo, ipocrita senza dignità alcuna, ci aggiungere leccac..., per me è lei. Non so chi l'abbia confidenzialmente chiamato MATTEO, non credo che lo voterò, lo ignoro serenamente ma mi creda, la sua amata sx ha da finire di imbrogliare gli ingenui e i fancazzisti. Anche perchè costoro sono nella P.A. da sempreeeeeeeeeeee. E Lei non ha idea da dove io comincerei a fare la spending rewew. Proprio dai dirigenti della P.A. che hanno nell'animo e nelle viscere, l'assoluto desiderio di sfasciare a più non posso questo disgraziato paese. amen

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 14/09/2012 - 11:34

Renzi ha,purtroppo,non ha nè l'esperienza politica nè la "cattiveria e l'ipocrisia delle cariatidi del PD,ma ha le ideee chiare,il suo programma è buono anche se carente riguardo a certe cose come le tasse.Ma lo preferisco di gran lunga agli altri compagni. Meglio un governo con Renzi che uno con Bersani,Casini,Vendola e cespugli della sinistra,sinistra.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 14/09/2012 - 11:41

Gli elettori del PD avranno un insieme di candidati tra cui scegliere, belli o brutti che siano. Quelli del PDL se ne troveranno uno calato dall'alto che oggi non si sa nemmeno chi sarà! Non so chi sta meglio

onurb

Ven, 14/09/2012 - 11:42

ettore muty. Visto che c'è, mi dà anche la sestina da giocare per vincere il superenalotto.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 14/09/2012 - 11:44

A Massimo Bocci! spero che gli "Italiani VERI" sappiano scrivere un pò meglio di lei nella lingua madre. "Fare D’ANNI, irreparabili" è davvero una castroneria da antologia.....

onurb

Ven, 14/09/2012 - 11:45

baldo1. Mi risulta che in Africa, da Briatore, ci sia andato, prima di Berlusconi, qualche papavero del PD, o come cacchio si chiamava il partito a quell'epoca. Ma voi rossi mai una volta che pensiate prima di aprire bocca.

pbellofi

Ven, 14/09/2012 - 11:53

Servirà solo a dirottare voti dalla destra alla sinistra . L'apparato pubblico , costoso, sterile e improduttivo, avendo trovato una consolidazione europea, sta trionfando alla grande e diventando non più attaccabile. Paradossalmente una struttura di tipo comunista.

Il giusto

Ven, 14/09/2012 - 11:54

Avete ragione...in Italia esistono piu' sx.Il problema è che non esiste un destra vera,onesta e giustizialista come avevamo nel passato!Renzi per essere pulito dovrebbe prima rinunciare a fare il sindaco e dopo tentare la scalata!Altrimenti è solo uno dei tanti!Certo scrivere che Renzi rottame il pd e non ammettere che il pdl è fallito già da qualche anno,...

Ritratto di Geppa

Geppa

Ven, 14/09/2012 - 12:13

Il PDL come sta? in balia del sultano e di come si sveglierà domani? Alfano non ce l'ha una dignità? preso, messo lì per fare da manichino e poi tolto di mezzo per far rientrare il padrone che vuole rigiocare. Come Putin con Mededev...se fanno le primarie nel PdL vince Paperino!

baldo1

Ven, 14/09/2012 - 12:16

onurb : tutto qui? Andiamo bene... poveri noi.

Gioortu

Ven, 14/09/2012 - 12:21

Ai compagnucci vorrei ricordare che chi di Fini ferisce di Renzi perisce,Per mesi non aveto fatto altro che idolatrare il fighettone perchè ha mollato Berlusconi,fregandosene altamente delle promesse fatte in campagna elettorale nom tanto a Berlusconi ma ai suoi elettori di destra.Divide et impera.

Gioortu

Ven, 14/09/2012 - 12:21

Ai compagnucci vorrei ricordare che chi di Fini ferisce di Renzi perisce,Per mesi non aveto fatto altro che idolatrare il fighettone perchè ha mollato Berlusconi,fregandosene altamente delle promesse fatte in campagna elettorale nom tanto a Berlusconi ma ai suoi elettori di destra.Divide et impera.

Il giusto

Ven, 14/09/2012 - 12:57

A chi si lamenta della latitanza di silvio...Guardate che ha la stessa "presenza politica" degli anni scorsi,cioè nulla!lui in aula ci andava solo se si doveva votare qualche "sanatoria giudiziaria"!Anche perchè di giorno doveva dormire,visto che di notte era impegnato!!!

Cosean

Ven, 14/09/2012 - 13:12

Ma se ha rottamato il PD, Renzi di che partito è? Non vi è più tornato poi di nascosto ad Arcore? Avete notato che a molti del PDL, piace Renzi?

agosvac

Ven, 14/09/2012 - 13:29

Leggendo alcuni commenti sembra che nè quelli di destra nè quelli di sinistra abbiano ancora capito il fenomeno Renzi. Renzi non è nè di sinistra nè di destra, Renzi vuole cambiare la politica italiana. Niente più contrapposizioni irrinunciabili ed insormontabili. Renzi, in pratica, propone un nuovo sistema: il cambiamento totale. Molte cose che propone sono le stesse a suo tempo proposte da Berlusconi che non le ha potuto attuare a causa delle alleanze che era stato costretto a fare per potere governare. Io non lo so se Renzi ci potrà riuscire, comunque ,in ogni caso, il suo operato lascerà un segno indelebile! E chi non lo vuole riconoscere è veramente al di fuori del mondo moderno! Voterei per lui qualora fosse il candidato premier? Ancora non lo so, perchè ancora non si sa cosa sceglierà di fare Berlusconi. Ma sarei in malafede se non riconoscessi che ho molta simpatia e stima per questo tentativo di Renzi!!!

guidode.zolt

Ven, 14/09/2012 - 14:01

E' evidente che ci voleva un Renzi per ricompattare una sx divisa su tutto, i cui componenti cercavano gli argomenti piu' disparati per impressionare una platea confusa...guerricciattole e scaramucce singole piu' che altro per guadagnare visibilita'... ora hanno qualcosa di serio, finalmente, di cui parlare e, soprattutto, di cui preoccuparsi...!

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Ven, 14/09/2012 - 14:06

BALDO da Briatore c'è andata anche la Melandri, la quale nonostante fosse stata immortalata sorridente al billionaire negò con disprezzo di frequentare certi ambienti. Ma a sinistra insegnano ai propri succubi a negare l'evidenza oltre che ad odiare Berlusconi.....e voi ubbidite.

guidode.zolt

Ven, 14/09/2012 - 14:06

anna tomasi ...trovo che l'"amen" finale dia un tocco religioso al Suo post...

Alksindrs

Ven, 14/09/2012 - 14:17

siamo quasi ai diminutivi... la prossima volte che vi riferite all'uomo di punta del PDL lo chiamerete "Matte". Renzi e' chiaramente uomo di destra.

onurb

Ven, 14/09/2012 - 14:50

Geppa. Sei una beccacciona: le primarie teleguidate le hanno sempre fatte nel PD. Tanto è vero che, adesso che Renzi si è proposto candidato per fare le scarpe a Bersanov, già si pensa di abolirle. Atro che Paperino. Il dono dell'intelligenza a sinistra non lo avete, almeno contate fino a 10 prima di sparare le solite str...ate

onurb

Ven, 14/09/2012 - 14:56

baldo1. Guardi che è lei a essere infastidito dal fatto che "qualcuno" è andato a trovare Briatore, non io.

Pat2008

Ven, 14/09/2012 - 15:02

Forse non voterò Renzi alle politiche ma mi sto facendo tentare dall'idea di andare a votarlo alle primarie: sembra davvero, e finalmente, un ottimo cavallo di Troia per mandare in mille pezzi quell'accolita di relitti preistorici che occupa il moribondo Pd, il vero partito conservatore e reazionario d'Italia.

anna tomasi

Ven, 14/09/2012 - 21:34

per Guidod.zolt. Pur non essendo credente (o credulona), sconfortata dal buonista pensiero sinistroide, ho creduto di esprimermi in tal senso. Non si sa mai.

Olga.Antonelli

Sab, 29/09/2012 - 13:02

La macchina da guerra che può mettere e metterà in campo il PD è assolutamente poderosa. Dalla stampa compiacente dalla magistratura amica dai sindacati e dalla pubblica amministrazione (tutti i direttori generali) il povero Renzi si vedrà accerchiato e logorato in brevissimo tempo. Gli invio un cordialissimo "in bocca al lupo". Spero proprio che riesca a neutralizzare le negatività che gli cadranno addosso e riesca ad assumere