A Matteucci il premio «alla Libertà»

Il Premio internazionale alla Libertà di Società Libera è giunto ormai alla quarta edizione. L’associazione (www.societalibera.org) che attraverso le due sedi di Milano e di Roma promuove la cultura liberale in Italia, l’8 giugno consegnerà i suoi prestigiosi riconoscimenti a personalità o istituzioni che si sono distinte nella valorizzazione degli ideali di libertà politica ed economica, non disgiunti dalla responsabilità individuale.
Il premio è suddiviso in più sezioni: quello alla cultura, che andrà al professor Nicola Matteucci, quello all’economia, di cui verrà insignito il professor Romano Volta e quello alla ricerca scientifica, che sarà attribuito al professor Giacomo Rizzolati. La sezione speciale, che guarda soprattutto alla realtà internazionale, premierà invece Rahmatoallah Jamshioi Lariani, giornalista iraniano a lungo perseguitato nel suo Paese, oggi editore di successo di quotidiani finanziari di larghissima diffusione in tutta l’area mediorientale.
Particolarmente significativa è la motivazione del riconoscimento che verrà dato a Nicola Matteucci, per molti anni firma autorevole del Giornale: «I suoi testi \ hanno aperto orizzonti e lasciato una traccia duratura nella cultura politica italiana e fanno di Matteucci uno dei principali esponenti della tradizione liberale, una delle più autorevoli ed ascoltate voci del dibattito culturale».
Anche quest’anno la cerimonia di consegna dei premi si svolgerà al Castello Sforzesco di Milano, con le riprese di Rai 2 che metterà in onda la serata in differita. Presenteranno Mauro Mazza e Luana Ravegnini