Mattia che non mangia senza Rudi

Da una settimana il piccolo Mattia, cinque anni, non mangia più. Troppo grande il dolore per la morte del suo amato Rudi, il pastore tedesco, che da dieci anni circa viveva con la sua famiglia, morto di vecchiaia proprio una settimana fa.
Troppo vecchio Rudi per continuare a giocare col suo piccolo padrone, troppo piccolo Mattia per accettare la perdita di un amico tanto affezionato e fedele. A nulla servono le lusinghe dei genitori e dei parenti che, ogni giorno, cercano di invogliare Mattia a mangiare con dolcetti e gelati. Nessun conforto per lui viene nemmeno dai giocattoli che mamma e papà gli hanno regalato in questa settimana. Solo il ritorno di Rudi potrebbe consolarlo.
Visto il rifiuto totale del cibo, anche di una semplice caramella, i genitori del bimbo hanno consultato un pediatra e uno psichiatra infantile per scongiurare il pericolo che Mattia si ammali di anoressia e per avere qualche consiglio su come affrontare il dolore del loro piccolo figlio. Intanto gli hanno promesso che presto arriverà un nuovo cane, della stessa razza di Rudi, a fargli compagnia nei suoi giochi.
Di sicuro Mattia ha bisogno di tempo per superare questo grande dolore, il primo che la vita gli ha dato, e tra qualche tempo riuscirà a capire e accettare la morte del suo Rudi. Magari il nuovo amico a quattro zampe che sta per arrivare potrà aiutarlo, sostituendo Rudi nei pomeriggi di gioco e facendo tornare a questo bimbo di solo cinque anni il sorriso. E speriamo anche l’appetito.\