Una mattinata di diluvio manda ko mezza Liguria

Ferrovie interrotte, case e campeggi evacuati, coltivazioni in ginocchio nel ponente: su Imperia sono caduti 180 millimetri di pioggia in 8 ore

Annunciato dall’allerta della Protezione civile, il maltempo è arrivato puntuale. E 180 millimetri di pioggia in 8 ore hanno messo in ginocchio la Liguria. L'estremo ponente ha vissuto ieri una giornata in piena emergenza per l'alluvione che si è abbattuta, a partire dall'alba, tra Imperia, Ventimiglia, Vallecrosia e Bordighera, dove sono straripati i torrenti Verbone e Borghetto. A Ceriana è stato disposto lo sgombero di una ventina di abitazioni a causa del rischio di esondazione di un torrente e 18 famiglie sono state costrette, anche solo se a scopo cautelare, a lasciare le loro abitazioni. La Provincia di Imperia ha chiesto lo stato di calamità naturale. La Coldiretti segnala danni per milioni di euro alla floricoltura, ma anche alle coltivazioni, tanto che la vendemmia risulta ormai compromessa.
Centinaia le chiamate di soccorso per allagamenti, piccole frane e soccorsi di persona giunte ai vigili del fuoco e al 118 di Imperia. Gravi disagi anche per i collegamenti ferroviari per l'allagamento degli scambi in territorio francese e per il blocco di una linea aerea tra Ventimiglia e Taggia, danneggiata da un fulmine. Situazione critica ma meno grave nel Savonese. Sono state allagate strade e serre nella piana di Albenga dove, per precauzione, sono stati sgomberati anche quattro campeggi situati alla Foce del torrente, e 80 ospiti hanno divuto trovare una sistemazione di fortuna. A Carcare sono state allagate tre aule e due laboratori del liceo Calasanzio, così come sott’acqua è finito l’ingresso dell’unità spinale dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. In entrambe le situazioni i disagi sono stati però limitati. Nell’Imperiese la viabilità ha subito interruzioni e gravi disagi e sono molti i soccorsi ad automobilisti rimasti bloccati per strada o nei sottopassi allagati. A Vallecrosia, i medici del 118 hanno tratto in salvo un’anziana disabile che era bloccata a letto al piano terreno della sua abitazione invasa dall'acqua. Altro intervento a Ventimiglia, per una donna che si è fratturata una gamba per fuggire dopo l’esondazione di un torrente. Ancora a Vallecrosia i vigili del fuoco sono accorsi per tentare di salvare due cani trascinati dal fiume in piena. Uno è annegato. Chiamate di soccorso anche dalla Casa Valdese, sempre a Vallecrosia, per alcuni occupanti rimasti bloccati con l'acqua fuori dalla porta.
Problemi anche nelle scuole elementari e materne di via al Capo, a Ventimiglia alta, dove insegnanti e bidelli denunciano la grave carenza strutturale dell' edificio. Quasi tutte le squadre di vigili del fuoco e di volontari sono convenute a Vallecrosia e Bordighera. Per quanto riguarda le scuole, il sindaco di Imperia, Luigi Sappa, ha deciso ieri l'uscita frazionata dei ragazzi per evitare congestioni del traffico mentre oggi gli istituti resteranno chiusi.
In accordo con i vertici dell'Autofiori è stato anche deciso di chiudere ieri mattina lo svincolo di Bordighera: i veicoli potevano solo entrare in autostrada, ma non uscire. Diversi i rinforzi giunti nelle zone più colpite: quattro squadre di volontari da Spezia, ognuna delle quali munita di idrovora; e poi, squadre di vigili del fuoco da Genova, Cuneo e Torino. La pioggia ha allagato anche il pianterreno del tribunale di Imperia, dove sono intervenuti i vigili del fuoco. A causa del maltempo è saltata la prima regata del 14/mo Raduno di Vele d'Epoca, così pure l'organizzazione del 48/mo Rallye di Sanremo ha deciso di annullare la prima tappa della manifestazione.