Un matto che vuol «guarire» i treni

Domani, 20 agosto, festeggia i 30 anni di lavoro alle Ferrovie dello Stato. L’ingegner Mauro Moretti, riminese, 55 anni, è stato prima quadro delle Fs, poi dirigente, poi sindacalista e responsabile della Cgil Trasporti. Dal settembre 2006 è stato nominato dal governo Prodi amministratore delegato. La sua carica sarà rinnovabile nel 2010. Pochi mesi dopo il suo insediamento ha fatto al Parlamento una relazione catastrofica sullo stato delle Ferrovie e subito si è messo al lavoro per rivoluzionare l’azienda. Prima dell’estate è andato a trovare Giulio Andreotti, autore della celebre battuta «Ci sono due tipi di matti: quelli che si credono Napoleone e quelli che vogliono risanare le ferrovie». Ha spiegato: «Ci tenevo a fargli sapere che io non mi credo Napoleone».